Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 02 GIUGNO 2020
Regioni e Asl
segui quotidianosanita.it

PA Trento. Alzheimer, bambini e anziani malati riscoprono insieme il passato


Il progetto T-essere memoria, iniziato nel 2015 con gli anziani, prosegue ora con il coinvolgimento degli alunni delle scuole primarie. Partendo dalla conoscenza del Museo delle Palafitte di Fiavé, luogo deputato a custodire le memorie del passato, i bambini imparano e aiutano gli anziani a ricordare e comunicare.

27 MAG - “Un progetto che unisce le generazioni, le mette a contatto sul filo dei ricordi e della memoria, anche quella che vacilla, se ne va e a tratti riaffiora”. Così una nota della PA di Trento descrive il progetto “T-Essere Memoria” dedicato ai malati di Alzheimer che, iniziato nel 2015, prosegue ora con una nuova fase che oltre agli anziani coinvolge gli alunni delle scuole primarie. “Partendo dai reperti custoditi al Museo delle Palafitte di Fiavé, attraverso incontri e laboratori, bambini e anziani hanno interagito in un percorso di reciproca conoscenza”, spiega la nota.

Martedì 31 maggio, alle ore 14.30, a Zivignago di Pergine Valsugana, presso la scuola primaria, si terrà la presentazione dell'iniziativa realizzata dai Servizi Educativi dell'Ufficio beni archeologici della Soprintendenza per i beni culturali della Provincia autonoma di Trento in collaborazione con la classe seconda della scuola primaria di Zivignago e gli anziani residenti del “Nucleo Alzheimer - La Sorgente“ dell'Azienda per i Servizi alla Persona “Santo Spirito” di Pergine Valsugana.

Il progetto sperimentale è nato dal “desiderio di costruire un percorso che partendo dalla conoscenza del museo, luogo deputato a custodire, tutelare, valorizzare le memorie del passato, invitasse i bambini a progettare e costruire strumenti e materiali efficaci per comunicare con persone affette da demenza, che hanno quindi compromesse alcune funzionalità, in particolare la memoria”.


Le archeologhe Luisa Moser e Chiara Conci dei Servizi Educativi dell’Ufficio beni archeologici, Mirta Franzoi di Alteritas Trentino Interazione fra i Popoli e le insegnanti Graziella Paoli e Lorena Zeni hanno coinvolto bambini e anziani in un percorso parallelo di analisi e conoscenza di alcuni reperti, rinvenuti nel sito palafitticolo di Fiavé e ora in museo, che sono testimonianza di antiche attività, saperi e tecniche. Anziani e bambini hanno lavorato sugli stessi reperti, naturalmente adottando metodologie e strategie diverse, si sono cimentati negli stessi laboratori pratici (lavorazione dell'argilla, preparazione del burro, macinatura dei cereali e preparazione della marmellata, tessitura) e si sono recati in visita al Museo delle Palafitte di Fiavé. “Un momento particolarmente significativo del progetto – spiega la nota - è stato l'incontro presso l'APSP durante il quale i bambini hanno conosciuto i nonni speciali e hanno consegnato a ciascuno di loro un disegno raffigurante il nonno o la nonna e l'attività svolta in gioventù”.

Infine i piccoli alunni hanno prodotto oltre a disegni, rielaborazione di racconti e ricostruzioni della palafitte di Fiavé, un “Libro tattile”, che è stato donato agli anziani con lo scopo di risvegliare, attraverso i sensi (tatto, vista e olfatto) la memoria di chi, come il malato di Alzheimer, la sta lentamente perdendo.

L'esperienza vissuta è sfociata nella pubblicazione didattica “T-essere memoria” che documenta con i disegni dei bambini, foto e racconti il percorso svolto. “Una testimonianza tangibile di come il museo non è solo custode del passato, ma un'entità viva e un luogo di inclusione e partecipazione sociale. Un luogo dove si favorisce il confronto e il contatto intergenerazionale e la relazione fra bambini e persone con disabilità senza generare paure, pregiudizi ed esclusione”.

“T-essere memoria” prosegue ora anche in altre realtà del Trentino presso la Scuola dell'infanzia di Fiavé e le APSP S.Croce nel Bleggio, Pinzolo, Condino, Pieve di Bono e Storo con incontri, laboratori e visite al sito archeologico e al Museo delle Palafitte di Fiavé.

27 maggio 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Regioni e Asl

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy