Quotidiano on line
di informazione sanitaria
18 NOVEMBRE 2018
Regioni e Asl
segui quotidianosanita.it

Elezioni Trentino Alto Adige. Fugatti nuovo presidente della Pa di Trento. In Pa di Bolzano vince Svp che però non ha maggioranza

L'attuale sottosegretario alla Salute appoggiato dal centrodestra è il nuovo presidente della provincia autonoma di Trento con il 46,7% dei voti staccando di oltre 20 punti il candidato del centrosinistra Giorgio Tonini (25,4%). A Bolzano Svp perde voti (e non ha maggioranza) ma si conferma primo partito. Male Pd, Forza Italia e M5S. Boom Lega

22 OTT - Maurizio Fugatti nuovo presidente della Pa di Trento con il centrodestra che conquista la Provincia e l’Svp che perde voti ma si conferma prima forza nella Pa di Bolzano. Sono questi i due principali fatti che emergono dalle elezioni nelle province autonome di Trento e Bolzano svoltesi domenica 21 ottobre.
 
Pa Trento. Maurizio Fugatti è il nuovo presidente della provincia autonoma di Trento. Il candidato del centrodestra stato sostenuto da 9 liste (Lega Salvini Tentino; Progetto trentino; Agire per il Trentino, Civica Trentino – Autonomia e Libertà; Fassa; Autonomisti Popolari; Forza Italia – Berlusconi con Fugatti; Unione di Centro con Fugatti; Fratelli d’Italia con Fugatti) ha vinto con il 46,73% (124.590 voti) lasciando a 25,40% il candidato del centrosinistra Giorgio Tonini, secondo i dati resi noti dalla Provincia autonoma di Trento a scrutinio concluso. Il governatore uscente Ugo Rossi si è fermato al 12,42%. Gli altri candidati presidenti erano Filippo Degasperi del Movimento 5 Stelle (7,10%). A seguire Antonella Valer di L'Altro Trentino a Sinistra Liberi e Uguali (2,66%), Mauro Ottobre di Autonomia Dinamica (1,96%), Roberto De Laurentis di Tre (1,51%), Paolo Primon di Popoli Liberi (0,89%), Ferruccio Chenetti di Moviment Ladin De Fascia (0,71%), Filippo Castaldini di Casapound (0,47%) e Federico Monegaglia di Riconquistare l'Italia (0,13%).

 
“Con questa coalizione - ha detto il neo presidente Fugatti - abbiamo i numeri per lavorare bene, se i risultati definitivi confermeranno quelli attuali. Spero che tutti gli alleati, coi risultati definitivi, abbiano una rappresentanza in Consiglio”. Un risultato che Fugatti attribuisce “a una coalizione che ha parlato di cambiamento, ma coi piedi per terra”. Quanto alle priorità, “questa è una terra di autonomia - ha sottolineato -, che deve svilupparsi, crescere e progredire. Anche quella dei territori rispetto alla Provincia, non solo della Provincia rispetto allo Stato”.
 
Pa Bolzano. Le urne delle elezioni provinciali a Bolzano si sono chiuse alle ore 21 registrando un'affluenza di 282.920 persone pari al 73,9% degli aventi diritto (382.964). Si è registrato un calo del 3,8% rispetto al 2013, quando l'affluenza al voto era stata del 77,7%. La percentuale più alta si registra a Verano con 86,5%, quella più bassa a Bolzano dove ha votato il 64,6% degli aventi diritto, la stessa percentuale registrata nelle elezioni del 2013.  In realtà sono 292.320 i voti espressi se si considerano anche quelli per corrispondenza e alla fine sono risultati validi 284.344. Le operazioni di scrutinio si sono svolte senza particolari intoppi ed hanno restituito la seguente fotografia in termini percentuali: Svp (41,9%), Team Köllensperger (15,2%), Lega Nord (11,1%), Verdi-Grüne-Verc (6,8%), Freiheiltichen (6,2%), Süd-Tiroler Freiheit (6,0%), Partito Democratico (3,8%), Movimento 5 Stelle (2,4%), L´Alto Adige nel cuore - Fratelli d´Italia Uniti (1,7%), Bürgerunion für Südtirol (1,3%), Noi per l´Alto Adige - Für Südtirol (1,2%), Forza Italia (1%), CasaPound Italia (0,9%) e Vereinte Linke - Sinistra Unita (0,6%).

Secondo i dati provvisori, in attesa della convalda della Commissione elettorale, il calcolo per l'attribuzione dei mandati nel Consiglio provinciale 2018-23 prevede 9 partiti rappresentati in Consiglio e questa assegnazione ufficiosa: alla Svp 15 seggi, al Team Köllensperger 6, alla Lega Nord 4, ai Verdi 3, ai Freiheitlichen 2, a Süd-Tiroler Freiheit 2 e infine 1 ciascuno a L´Alto Adige nel cuore - Fratelli d´Italia uniti, al Partito Democratico e al Movimento 5 Stelle.
“Gli elettori ci hanno dato un mandato di governo chiaro e lo assumeremo con responsabilità". Lo ha detto il presidente della Provincia, Arno Kompatscher, a commento del risultato elettorale, affiancato stamani (22 ottobre) in conferenza stampa dal governatore tirolese Günther Platter. "Come partito di maggioranza relativa – ha aggiunto Kompatscher - ci eravamo posti l’obiettivo di rimanere sopra il 40%, e quindi aver sfiorato il 42 è un risultato eccezionale, se si pensa al contesto europeo, dove i partiti moderati, di centro ed europeisti perdono molti consensi. Ora condurremo colloqui con tutti i rappresentanti dei partiti eletti, per vedere con chi si potrà formare una compagine di governo”.
Riguardo all’esito del voto, Kompatscher ha ammesso: "abbiamo indubbiamente perso consensi nelle aree urbane, ma abbiamo tenuto molto bene in quelle rurali". Sintetizzando, infine, il presidente della Provincia di Bolzano ha detto che "nonostante qualche aspetto negativo, dal voto, avendo ottenuto il triplo dei voti del secondo partito, emerge un sostegno alla politica moderata, autonomista, europeista, in favore della pacifica convivenza e nel segno della collaborazione transfrontaliera e dell’Euregio”. Un sostegno in questo senso è arrivato da Platter che si è complimentato per il risultato ottenuto e si è detto felice "di poter continuare la collaborazione tra le due Province". 

22 ottobre 2018
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Regioni e Asl

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy