Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 21 AGOSTO 2019
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Cuore in pericolo per gli anziani che assumono un paio di drink alcolici al giorno

Pareti più spesse, camere più ampie e ridotta funzionalità, questi gli effetti osservati a livello cardiaco da un gruppo di ricercatori.

31 MAG - (Reuters Health) - Un nuovo studio suggerisce che un paio di bevande alcoliche al giorno potrebbero provocare effetti avversi sulla funzione cardiaca nelle persone anziane. I ricercatori hanno osservato, infatti, che i partecipanti anziani che assumevano due o più drink alcolici al giorno, presentavano a livello cardiaco pareti più spesse, camere più ampie e una funzionalità verosimilmente ridotta. L’alcool può proteggere da problemi come l’infarto, ha spiegato l’autore principale dello studio Scott D. Solomon, del Brigham and Women’s Hospital di Boston, “ma assunto in grandi quantità diventa tossico per il cuore”.

"Volevamo stabilire se ci fossero dei sottili effetti nella struttura del cuore”, ha spiegato Solomon. Come riportato su Circulation:Cardiovascular Imaging, i ricercatori hanno analizzato i dati di più di 4.000 uomini e donne coinvolti in uno studio attualmente in corso. I partecipanti si erano sottoposti ad un ecocardiogramma tra il 2011 e il 2013 ad un’età media di 75 anni. "Abbiamo esaminato attentamente la dimensione delle camere cardiache e la loro capacità di contrarsi e di rilassarsi”, ha detto Solomon. Circa 2.400 soggetti hanno dichiarato di non aver bevuto. 1.500, invece, hanno detto di aver consumato da uno a sei drink a settimana, 402 di aver bevuto da sette a 14 bevande alcoliche a settimana e 195 di aver consumato più di 14 drink a settimana.


Sia negli uomini che nelle donne, un aumento nell’assunzione di alcool è stato associato a diametri sistolici e diastolici del ventricolo sinistro più ampi nonché ad un maggior diametro dell’atrio sinistro (p<0.05). Negli uomini, tale aumento corrispondeva ad una maggiore massa ventricolare sinistra. Nelle donne, livelli più elevati di alcool nel sangue sono risultati associati ad una minor frazione di eiezione del ventricolo sinistro ed a una tendenza di peggioramento dello strain longitudinale globale del ventricolo sinistro. "Abbiamo riscontrato che, negli uomini, quando si passa dal consumo moderato di alcool a due o tre drink al giorno si inizia a notare un’alterazione della struttura e della funzione che, a lungo andare, potrebbe essere deleteria”, ha dichiarato Solomon. Il limite per le donne era più basso; più o meno un drink al giorno, ha aggiunto.

"Non raccomando mai alle persone di iniziare a bere se prima non lo facevano”, ha detto Mary A. WhooleyI del Dipartimento del Veterans Affairs Medical Center di San Francisco. "I potenziali benefici dell’alcool non hanno più peso dei rischi”, “Anche nei più giovani elevate quantità di alcool potrebbero avere un effetto tossico sulle cellule miocardiche simile, ma i cambiamenti potrebbero essere più difficili da notare”, ha continuato la Whooleyl non coinvolta nello studio. Solomon ha anche affermato che, le modifiche alla struttura del cuore potrebbero tornare normali quando si smette di bere, ma questo studio non è stato pensato per rispondere a tale questione, ha poi dichiarato che bere molto aumenta anche il rischio di danni al fegato e di incidenti stradali. "Quando si parla di alcool il discorso non riguarda solo il cuore”, ha concluso.
 
FONTE: Circulation: Cardiovascular Imaging 2015
 
Kathryn Doyle
(Versione italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)


31 maggio 2015
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy