Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 16 OTTOBRE 2018
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Sonno. Con meno di 4 ore a notte rischio incidenti stradali come con l’alcol

Se ci si mette alla guida dopo avere dormito meno di 4 ore nelle 24 precedenti, corriamo lo stesso rischio di provocare incidenti stradali di chi guida “alticcio”. Il dato emerge da una ricerca che ha preso in considerazione negli USA quasi 7 mila incidenti stradali

09 OTT - Dormire meno di quattro ore in un giorno può avere su chi guida lo stesso effetto dell’alcol su chi guida, aumentando il rischio di essere causa di un incidente stradale. È quanto ha evidenziato una ricerca pubblicata su Sleep e guidata da Brian Tefft, della Aaa Foundation for Traffic Safety di Washington.

Lo studio
Il ricercatore americano ha analizzato i dati relativi a oltre 6.800 incidenti stradali tra il 2005 e il 2007, in cui i conducenti erano stati intervistati, in un precedente studio, da personale del Dipartimento dei Trasporti americano. Tefft ha quindi diviso i conducenti in ‘colpevoli’ di incidente, in cui errori, azioni od omissioni li rendevano responsabili, e coloro che non lo erano e per i quali l’incidente era stato dovuto a fattori esterni come guasti o problemi attribuibili alle infrastrutture (segmali stradali, ecc).

Dai risultati è emerso che le persone che dormivano meno di sette ore a notte avevano una maggiore probabilità di essere colpevoli di incidente. Questo rischio era ancora più pronunciato se il conducente dormiva meno di quattro ore. E i conducenti che avevano riferito di aver dormito meno di quattro ore a notte  hanno corso “rischi di incidente” simili a coloro che guidavano con concentrazioni di alcool nel sangue di 0,12 g/dL.

Complessivamente, il 78% dei conducenti non colpevoli e il 70% dei conducenti colpevoli hanno riferito di aver dormito da sette a nove ore nelle 24 ore prima dell’incidente. Inoltre, i conducenti che avevano recentemente cambiato le abitudini di sonno o l’orario di lavoro mostravano un aumento di circa il 30% del rischio di causare incidenti.

I commenti

“Indipendentemente dalla privazione del sonno, l’alterazione dell’orologio biologico può aumentare il rischio di causare incidenti”, conclude Tefft. Secondo Sanjay Patel, dell’Università di Pittsburgh, che non era coinvolto nello studio, “le probabilità di essere responsabili di incidente salgono da 2,9 a 15,1 volte quando il sonno diminuisce da quattro/cinque ore a meno di quattro ore”.

Fonte: Sleep

Tamara Mathias

(Versione italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

09 ottobre 2018
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy