Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 20 OTTOBRE 2017
Studi e Analisi
segui quotidianosanita.it

Giornata della salute mentale. Quanti sono gli psichiatri nella UE? 90mila in tutto con il record in Germania. Ma ad averne di più rispetto alla popolazione è la Finlandia. I dati Eurostat

La maggior parte di specialisti è in Germania (18.200 psichiatri, pari al 21% del totale dell'Ue), Francia (15.200 psichiatri, 17%), Regno Unito (11-800 psichiatri, 14%) e Italia (10.800 psichiatri, 12%). Per milione di abitanti invece sono in testa Finlandia (236 psichiatri per milione di abitanti), Svezia (232) Paesi Bassi (230), Francia (228). In Italia ci sono invece 178 psichiatri ogni milione di abitanti.

10 OTT - Eurostat in occasione della giornata mondiale sulla salute mentale, non analizza i numeri della patologia, ma di chi, negli Stati europei, si occupa di curarla.

Nel 2015 (anno in cui i dati sono maggiori), l'Unione europea  ha in totale circa 90.000 psichiatri. 
La maggioranza è in Germania (18.200 psichiatri, pari al 21% del totale dell'Ue), Francia (15.200 psichiatri, 17%), Regno Unito (11-800 psichiatri, 14%) e Italia (10.800 psichiatri, 12%).

Tuttavia, per poter confrontare le quote per paese, questi numeri assoluti devono essere adeguati alla dimensione della popolazione E l’Italia in questo scende nella classifica all'undicesimo posto con 178 psichiatri ogni milione di abitanti ed è superata da altri Stati.

Maggior numero di psichiatri per abitante in Finlandia, Svezia, Paesi Bassi e Francia
Otto Stati membri hanno registrato oltre 200 psichiatri per milione di abitanti. Questi erano Finlandia (236 psichiatri per milione di abitanti), Svezia (232) Paesi Bassi (230), Francia (228), Lituania e Lussemburgo (225), Germania (223) e Grecia (219).

All'estremità opposta della scala, nove Stati membri avevano meno di 150 psichiatri per milione di abitanti. Il tasso più basso è stato registrato in Bulgaria (76 psichiatri per milione di abitanti), seguiti da Polonia (90), Malta (95), Spagna e Romania (106), Cipro (112), Portogallo (120), Slovenia (128) e la Repubblica ceca (146). 

Disordini mentali e comportamentali hanno provocato la morte di  183.500 persone nell'Ue nel 2014, la grande maggioranza (87%) a causa della demenza. Le donne hanno rappresentato circa due terzi di queste morti.
 

 

 


10 ottobre 2017
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Studi e Analisi

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy