Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 13 GIUGNO 2024
Friuli Venezia Giulia
segui quotidianosanita.it

Al Burlo di Trieste nasce l’Aula Natura del WWF

La prima Aula Natura all’interno di un ospedale e la 47° realizzata nell’ambito di un progetto promosso da WWF e P&G. Spazi verdi dove educare bambini e ragazzi al rispetto dell’ambiente, ma al Burlo anche un modo per permettere ai piccoli degenti di restare in contatto con la natura durante il periodo di ricovero. Nell’Aula Natura di Trieste c’è vegetazione e alberi, uno stagno artificiale e il giardino delle farfalle, nidi e mangiatoie e altro ancora.

17 MAG - Apre a Trieste, all’interno e in sinergia col progetto “La Scuola in Ospedale” promosso dall’IRCCS Burlo Garofolo, l’Aula Natura donata da WWF e Procter & Gamble per permettere ai bambini degenti di vivere a contatto con la natura. La prima all’interno di una struttura ospedaliera, quella di Trieste è la 47° Aula Natura realizzata da WWF e P&G che condividono l’obiettivo di donarne oltre 60 alle scuole in tutta Italia entro il 2024.

Spazi verdi dove imparare dalla natura ed educare bambini e ragazzi al rispetto dell’ambiente, nelle scuole italiane e, da oggi, anche all’interno di un ospedale pediatrico per offrire spunti formativi ed anche terapeutici per i suoi piccoli pazienti. Mette radici in tutto il Paese il progetto Aule Natura del WWF partito nel 2021 per trasformare i tradizionali giardini scolastici in vere e proprie aule a cielo aperto.

Realizzata su una superficie di circa 500 mq all’interno del giardino dell’ospedale, l’Aula Natura di Trieste si sviluppa su uno spazio sinuoso, con un percorso, arricchito da vegetazione e alberi da frutto, pensato per facilitare ai bambini degenti e ai loro accompagnatori la fruizione di tutti gli elementi tipici dell’Aula Natura. Il sentiero centrale, illustra l’Irccs in una nota, divide gli spazi in un ambiente umido, con lo stagno artificiale e il giardino delle farfalle realizzato con fiori nettarini e piante nutrici, e in un ambiente secco, con piante aromatiche e succulente. Le bat box, l’hotel per gli insetti, le cassette nido e le mangiatoie per gli uccelli installate nell’Aula aumentano la biodiversità sostenendo la presenza di insetti e di avifauna, mentre le sedute di tronchetti in legno e le panchine, unitamente ad una lavagna e ai pannelli didattici, consentono agli operatori di organizzare momenti di apprendimento all’aperto per un maggiore coinvolgimento dei bambini, che avranno così modo di conoscere, vedere e toccare con mano fiori, frutti e animali, di osservare il cambio delle stagioni, di vivere il concetto di biodiversità e di diventare anche custodi di tutto questo.

L’Aula Natura diventa così un angolo di pace dove riconnettersi con la natura, esplorarla, giocarci, conoscerla e prendersene cura, mentre la Natura si prende cura di noi. Il contatto con ambienti naturali, infatti, favorisce la rigenerazione fisica e psichica, garantendo esperienze positive e psicologicamente benefiche che migliorano la salute mentale e lo sviluppo cognitivo di bambine e bambini, nonché la qualità della loro degenza. Inoltre, la cura manuale degli ecosistemi presenti contribuisce a sviluppare la motricità e le capacità cognitive e di apprendimento, favorisce la socializzazione e rafforza l’autostima e la percezione positiva di sé stessi nel vedere il risultato delle proprie attenzioni, sapendo di aver dato un contributo al miglioramento della salute della natura.

L’Aula Natura permetterà quindi ai piccoli degenti – fino a 136 i posti letto della struttura - di recuperare il contatto con la natura, un aspetto di vita quotidiana che spesso perdono completamente durante il periodo di ricovero.

Si tratta di un contributo importante, che si somma a quello del progetto de “La Scuola in Ospedale”. La scuola in ospedale, presente all'IRCCS Burlo Garofolo di Trieste, è un servizio gratuito, statale, valido ai fini legali, effettuato durante l'anno scolastico, secondo i calendari scolastici degli istituti che lo gestiscono: l’Istituto Comprensivo “Dante Alighieri”, per le sezioni primaria e secondaria di primo grado, e il Liceo Classico e Linguistico “Francesco Petrarca” di Trieste, per la sezione secondaria di secondo grado.

I docenti collaborano con le équipes dei reparti, le famiglie e le scuole territoriali di appartenenza, predisponendo attività didattiche personalizzate, adatte alle condizioni psicofisiche degli allievi. L'obiettivo è garantire il diritto all'istruzione anche in una situazione così particolare come quella della malattia-ospedalizzazione e dare modo di continuare le abituali attività.

“Nell’ambito del programma di cittadinanza d’impresa “P&G per l’Italia” abbiamo dedicato risorse per sostenere progetti dedicati alle nuove generazioni per coinvolgerle su temi fondamentali come l’educazione ambientale e la salvaguardia della biodiversità, imprescindibili per un reale sviluppo sostenibile. Per questo, dal 2021 sosteniamo il WWF Italia nel progetto delle Aule Natura con l’obiettivo di aiutare a realizzarne oltre 60 nelle scuole in tutta Italia entro la fine del 2024 – spiega Riccardo Calvi, Direttore Comunicazione di P&G Italia. Siamo particolarmente felici ed orgogliosi di inaugurare oggi a Trieste la 47° Aula Natura, la prima all’interno di un Ospedale Pediatrico, arricchendo di nuovo valore e significato questo progetto: oltre a promuovere il rispetto della natura e della biodiversità, speriamo infatti che l’Aula Natura aiuti i ragazzi ricoverati e i loro famigliari a vivere più serenamente il periodo di degenza. Per questo, oltre al WWF Italia, ringraziamo di cuore l’IRCCS Burlo Garofolo, l’Istituto Comprensivo “Dante Alighieri” e il Liceo Classico e Linguistico “Francesco Petrarca” per le importanti sinergie create su questo progetto e per averci dato l’opportunità di contribuire concretamente a promuovere nei ragazzi, l’educazione e il rispetto della natura”.

“La Natura rappresenta la "scuola" fondamentale per le giovani generazioni: come WWF siamo da sempre impegnati nel promuovere la conoscenza della natura e la consapevolezza di essere parte di un sistema di relazioni complesse, che ci lega ai sistemi naturali. In questa visione integrata l'educazione è cruciale – racconta Martina Alemanno, Responsabile Educazione WWF Italia. Privilegiando l’esperienza diretta, entrando in relazione con la Natura e la complessità, si impara a prendersene cura e agire per difenderla. Le Aule Natura, progetto sostenuto e promosso da anni da Procter & Gamble Italia, offrono proprio questo contatto educativo con la natura, riqualificando nelle scuole luoghi dove i giovani possano sperimentare quella complessità che appartiene al mondo reale nel quale vivono ed esercitare la cittadinanza attiva”.

“Il diritto allo studio – commenta Stefano Dorbolò, Direttore Generale dell’IRCCS Materno Infantile Burlo Garofolo - è universale ed è quindi imprescindibile che i bambini e i ragazzi ricoverati presso il nostro Istituto siano messi nella condizione di seguire i piani e partecipare alle attività scolastiche: in questa prospettiva nasce e si sviluppa la “Scuola in Ospedale”. Aula Natura è uno stimolante progetto che incentiva il contatto tra i giovani e la natura. Mettere insieme queste due anime è stata la sfida raccolta qui al Burlo, su iniziativa delle scuole aderenti a “Scuola in ospedale”, che ha riscosso fin da subito il nostro favore ed entusiasmo. Ringrazio il WWF, attraverso i suoi rappresentanti, per aver scelto il Burlo quale contesto, il primo tra gli ospedali, per la realizzazione di questa partnership e ringrazio l’Assessore Alessia Rosolen per averlo sostenuto attraverso lo stanziamento di un finanziamento specifico. Infine, il mio più sentito grazie va alle rappresentanze della scuola, Daniela Beltrame dell’Ufficio scolastico regionale e Cesira Militello e Fabia dell’Antonia dirigenti scolastiche, rispettivamente, del Liceo Classico e Linguistico “Francesco Petrarca” e dell’Istituto Comprensivo “Dante Alighieri” per aver reso possibile tutto questo, ma soprattutto per il loro quotidiano impegno e dedizione nel formare i protagonisti del futuro”, conclude il Dg Dorbolò.

“La Regione Friuli-Venezia Giulia – dichiara Alessia Rosolen, Assessore regionale al lavoro, formazione, istruzione, ricerca, università e famiglia - ha posto da diversi anni in cima alle sue priorità la Scuola in Ospedale che è diventato uno dei modelli di eccellenza del sistema di istruzione a livello nazionale, e la nuova Aula realizzata da WWF e P&G per lo svolgimento dell’attività didattica rivolta ai minori ricoverati presso l’IRCCS Burlo Garofolo ne è una conferma. Abbiamo voluto inserire i servizi di Scuola in Ospedale e Istruzione Domiciliare nella legge regionale sull’istruzione garantendo risorse sia in termini di potenziamento dei percorsi didattici sia di formazione dei docenti da occupare per queste attività. Inclusione e diritto allo studio sono temi prioritari, ha concluso Rosolen - e l’obiettivo di questa Giunta è quello di garantire ai piccoli pazienti il diritto all'istruzione, contribuendo così a prevenire la dispersione scolastica e l'abbandono che certamente sarebbero fattori aggravanti della salute del bambino”, conclude Rosolen.

IL PROGETTO AULA NATURA
Lanciato dal WWF nel settembre 2020, dopo il primo lockdown, il tradizionale cortile della scuola diventa una piccola oasi di natura, una vera e propria aula all’aperto. L’Aula Natura è uno spazio con pareti fatte da siepi, bordure fiorite, cassoni per gli ortaggi, gabbie per gli insetti ed uno stagno. Una superficie “verde” di minimo 80mq che garantisce il distanziamento ottimale tra i piccoli studenti. Riproduce differenti microhabitat in cui osservare direttamente non solo le diverse forme di esseri viventi, ma anche la relazione che li collega tra di loro e con noi.
Per la scelta delle Aule Natura il WWF ha seguito tra gli altri anche criteri legati a scuole particolarmente bisognose di recuperare spazi all’aperto, ubicate in zone degradate o periferiche. Le Aule Natura godono del patrocinio dell’Associazione Culturale Pediatri (ACP).

Dal lancio del progetto sono state realizzate e inaugurate 47 Aule Natura in tutta Italia, per un totale di oltre 8.800 mq di giardini scolastici riqualificati (in precedenza abbandonati o in condizioni di degrado) e circa 22.300 bambini coinvolti.

LA PARTNERSHIP WWF - P&G
La collaborazione tra P&G Italia e WWF prevede quattro aree strategiche di intervento: educazione delle nuove generazioni, all’interno della quale P&G sosterrà il WWF nella realizzazione di oltre 60 Aule Natura entro il 2024; sostegno a progetti di riqualificazione ambientale, tramite il quale P&G insieme al WWF riqualificherà più di un milione di metri quadrati di boschi in Italia sostenendo il progetto ReNature; programmi di educazione ad un uso più consapevole e responsabile dei prodotti a casa; formazione dei manager di domani attraverso percorsi di studio creati insieme all’Istituto Europeo per lo Sviluppo Sostenibile.

17 maggio 2024
© Riproduzione riservata

Altri articoli in QS Friuli Venezia Giulia

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy