Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 29 AGOSTO 2016
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

8 marzo. Dalla ‘Giornata per la salute della donna’ al ‘Fertility day’. Il Ministero della Salute lancia i nuovi progetti sempre più rosa

Presentate oggi dal Ministro Lorenzin le prossime iniziative per la salute della donna. Il 22 aprile si celebrerà la ‘Giornata per la salute della donna’, un focus sulla salute e sulle problematiche legate alle diverse età della donna. Mentre il 22 settembre si terrà il ‘Fertility day’ per contrastare la denatalità.

08 MAR - In occasione della Festa della donna il Ministero della Salute scende in campo e presenta le iniziative in rosa che sono in agenda. Si parte il 22 aprile con la Giornata nazionale per la salute della donna. In occasione della Giornata, si terranno iniziative su due giorni: il 21 e il 22 aprile il 21 aprile si terrà un evento che sarà un excursus sulla salute e sulle problematiche legate alle diverse età della donna, dalla giovinezza alla maturità, "raccontate" da testimonial famosi attraverso monologhi tematici e da esperti e luminari dal punto di vista scientifico. Mentre il 22 aprile si terrà invece un convegno con sessioni di lavoro con Associazioni, Società Scientifiche, volontariato sanitario, esperti.
 
Lo Sportello donna. Dal 22 aprile sarà attivato sul Portale del Ministero uno Sportello Donna dove professionisti pubblici delle diverse branche della medicina (ginecologi, pediatri, endocrinologi, cardiologi, specialisti in medicina riproduttiva, etc) daranno risposte ai quesiti più importanti posti dalle donne e acquisiranno informazioni sulla loro salute.

 
Quaderno sulla medicina di genere. Sarà realizzato un Quaderno della Salute monotematico sulla medicina di genere coordinato dal Presidente dell'Istituto Superiore di Sanità.  Saranno realizzate sul territorio in collaborazione con società scientifiche e Associazioni di settore iniziative di promozione della salute e prevenzione. Sarà realizzato un Calendario interattivo sulla salute della donna che ricorderà tutte le iniziative di prevenzione da adottare nelle diverse fasi della vita della donna.
 
Fertility Day il 22 settembre. Istituita la Giornata nazionale dedicata al tema della fertilità "Fertility day" che rappresenta un'occasione per richiamare l'attenzione di tutta l'opinione pubblica sul tema. Può diventare una proposta d'incontro sul tema della fertilità con i giovani, gli insegnanti, le famiglie, i medici, coinvolgendo proprio questi ultimi in una serie di iniziative a partire dagli stessi studi medici. Si tratta di mettere a fuoco con grande enfasi il pericolo della denatalità, la bellezza della maternità e paternità, il rischio delle malattie che impediscono di diventare genitori, l'aiuto della Medicina per le donne e per gli uomini che non riescono ad avere  bambini, prima che sia troppo tardi.
Sarà quindi realizzata il prossimo 22 settembre 2016 una grande manifestazione nazionale con successiva cadenza annuale, in tutte le città che aderiranno, con il coinvolgimento dei Sindaci dei Comuni, degli Ordini dei Medici, delle Società Scientifiche, delle Farmacie, delle  Scuole e delle Famiglie. Gli eventi formativo/informativi si terranno nei teatri locali e in stands appositamente allestiti nelle piazze di molte città italiane tra cui Roma, Bologna, Padova e Catania. A Roma sarà realizzata una grande iniziativa formativo/informativa con esperti del settore e testimonial.
 
Il lavoro del Ministero della Salute. Non solo futuro però, il Ministero ha ricordato anche le iniziative per le donne messe in campo in questi ultimi anni, dal bonus bebè, al Codice Rosa nei Pronto Soccorso li degospedali fino alla promozione in legge di stabilità 2016 del  «Percorso di tutela delle vittime di violenza». Ma non solo, predisposto anche l’aggiornamento Linee Guida PMA, rinnovato il Comitato Percorso Nascita nazionale, integrato con la rappresentante delle  ostetriche e poi c’è la garanzia dell'epidurale per tutte le donne, senza dimenticare il Piano nazionale sulla Fertilità e come nei nuovi Lea dovrebbero entrare gli esami per la tutela della maternità, PMA omologa ed eterologa (Vedi report completo).
 
In sanità il lavoro è sempre più rosa. Infermiere, ostetriche, farmaciste e in un futuro non troppo lontano anche i medici saranno in prevalenza donne (anche se per quest’ultima categoria si nota come le donne in posizione apicale siano ancora poche, solo il 22% rispetto agli uomini). Ma la sanità, in ogni caso parla e parlerà sempre più al femminile. Il settore è infatti presidiato per la maggior parte dalle donne. E oggi in occasione dell’8 marzo il Ministero della Salute ha voluto fornire alcuni dati per far capire l’impatto che le donne hanno sul nostro sistema (vedi report).
 
50 le donne che hanno vinto il premio Nobel. A testimonianza dell’impatto sempre più forte del mondo femminile anche nel campo della ricerca il Ministero ha voluto ricordare in una lista le 50 donne che dal 1903 hanno vinto il premio Nobel. Da notare come dall’inizio del nuovo millennio le donne premiate sono state venti. Quasi come tutte quelle premiate nel ‘900.

08 marzo 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Luciano Fassari
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Gennaro Barbieri (Regioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 02.28.17.26.15
(numero unico nazionale)
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy