Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 23 SETTEMBRE 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Decretone. Testo in aula lunedì. Passa emendamento Governo per colmare vuoti di personale sanitario dovuti a Quota 100

Si tratta dell'emendamento 14-bis.100 che permette alle Aziende e agli Enti del Ssn di procedere all’assunzione di personale anche tenendo conto dei pensionamenti in corso d’anno, ma a "costo zero". Via libera anche al 14-ter.100, ma solo per la lettera a) sull'utilizzo delle graduatorie per le assunzioni obbligatorie. Salta invece la parte di testo che, per ridurre i tempi di accesso alla PA nel triennio 2019-2021, disponeva procedure concorsuali senza lo svolgimento della procedura di mobilità tra amministrazioni.

17 MAR - Nella nottata di venerdì scorso le Commissioni riunite Lavoro e Affari Sociali hanno approvato il decretone su reddito di cittadinanza e quota 100. Il testo dovrebbe approdare lunedì in Aula. Scontato il ricorso alla fiducia visti i tempi contingentati e l'imminente scadenza del decreto. Va infatti considerato che, dopo le modifiche apportate dalle Commissioni a Montecitorio sarà ora necessario un ulteriore passaggio al Senato.
 
Promossi nella notte di venerdì anche i due emendamenti del Governo sul Servizio sanitario nazionale. Più in particolare, passano l'esame delle commissioni il 14-bis.100 che permette alle Aziende e agli Enti del Ssn di procedere all’assunzione di personale anche tenendo conto dei pensionamenti in corso d’anno. Le assunzioni dovranno però rispettare la programmazione regionale e il rispetto dei Piani triennali dei fabbisogni di personale. Si deve tuttavia precisare che l’emendamento non incide sui limiti di spesa per le assunzioni di personale, ma si riferisce esclusivamente alla programmazione e all’organizzazione dei concorsi.
 
Mentre, per quanto riguarda il 14-ter.100, è stata approvata solo la lettera a). Si dispone quindi che le graduatorie possano essere utilizzate anche per effettuare, entro i limiti percentuali stabiliti dalle disposizioni vigenti, le assunzioni obbligatorie nonché quelle dei soggetti titolari del diritto al collocamento obbligatorio, sebbene collocati oltre il limite dei posti ad essi riservati nel concorso. Salta invece, con lo stralcio della lettera b), la possibilità di effettuare le procedure concorsuali e le conseguenti assunzioni, senza lo svolgimento della procedura di mobilità tra amministrazioni, in modo da ridurre i tempi di accesso alla Pubblica Amministrazione nel triennio 2019-2021.

 
Qui tutti gli emendamenti approvati nella notte dalle Commissioni riunite

17 marzo 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy