Quotidiano on line
di informazione sanitaria
29 MAGGIO 2016
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Infermieri. Quale futuro per Lavoro e Sindacato? A Lecce il Congresso nazionale Nursind

L’appuntamento il 5-6-7 novembre nel Salento. Il congresso sarà elettivo e i 330 delegati voteranno il rinnovo dei vertici del sindacato (Direzione nazionale, segretario nazionale e segretario amministrativo nazionale). Ma l’evento “sarà anche motivo per riflettere su quanto svolto negli ultimi 3 anni e decidere quale futuro vogliamo per la nostra categoria”.

02 NOV - Saranno 330 i delegati del mondo infermieristico italiano che si incontreranno il 5-6-7 novembre prossimo a Lecce per il 6° Congresso Nazionale del Sindacato degli Infermieri, Nursind. Il titolo del Congresso, “Organizzazione del lavoro e organizzazione sindacale: quale futuro per l’infermieristica?”, indica i due versanti sui quali si concentreranno i lavori congressuali. Da un lato sarà fatta “una riflessione sulla necessità di modificare l’attuale organizzazione del lavoro che vede l’infermiere fare ed essere ciò che non prevede il mandato legislativo collocandolo ancora in una posizione di ausiliarietà - ora anche politica dopo che la professione medica ha, con gli stati generali, occupato la scena” e al contempo l’assise sarà anche l’occasione per “una riflessione sull’organizzazione del sindacato per meglio rappresentare la categoria di riferimento e andare oltre gli obiettivi di crescita finora raggiunti”.

“La Direzione nazionale ha scelto di svolgere un congresso diverso dal solito – dichiara Andrea Bottega Segretario nazionale uscente – senza partecipazioni esterne, non per una autoreferenzialità ma per la necessità di concentrarsi su scelte di modifiche organizzative interne e progettualità per partecipare in una contrattazione difficile per la scarsità di risorse”.


“Ripensare un’organizzazione del lavoro in sanità che riporti al centro il valore e la valorizzazione delle competenze e la interconnessione professionale, l’autonomia, la responsabilità dell’infermiere comporta una riflessione sulle alleanze, sulle strategie di rafforzamento del consenso e sulla capacità di interpretare le aspirazioni legittime delal categoria.”

“La prospettiva esplicitata dal Presidente dell’Aran Gasparrini e dal Sottosegretario alla Funzione Pubblica on. Rughetti, è la stessa che la nostra confederazione ha portato al tavolo negoziale sulla riduzione dei comparti – spiega il segretario Nursind -. Non più delle arre e dei comparti che abbiano come riferimento i luoghi di lavoro o i datori di lavoro bensì un raggruppamento del personale per competenze e categorie. Una prospettiva questa che vedrebbe nella sanità un comparto a sé stante e un’area dirigenziale corrispondente. In questo comparto gli infermieri attraverso il Nursind potranno effettivamente dire la loro con la consapevolezza che è stata dichiarata da tutte le componenti sindacali l’esigenza di una valorizzazione anche economica della professione. Noi – conclude Andrea Bottega – saremo al tavolo per ricordare gli impegni assunti pubblicamente e per sostenere ogni proposta di miglioramento delle condizioni di lavoro degli infermieri italiani.”

L’appuntamento del 5-6-7 novembre a Lecce spiega il Nursind “non sarà solo l’occasione per incontrare i 400 infermieri circa (di cui 330 delegati) provenienti da tutte le segreterie Nursind d’Italia per rinnovare i vertici del sindacato (Direzione nazionale, segretario nazionale e segretario amministrativo nazionale) ma sarà anche motivo per riflettere su quanto svolto negli ultimi 3 anni e decidere quale futuro vogliamo per la nostra categoria. Un sindacato forte del consenso dei colleghi e autorevole nelle battaglie da intraprendere, come finora lo è stato dopo un 2014 all’insegna di una giusta battaglia vinta sul valore della rappresentanza professionale e di un 2015 che ha ulteriormente confermato la crescita del sindacato infermieristico all’interno del pubblico impiego e nella sanità privata”.

02 novembre 2015
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Luciano Fassari
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Gennaro Barbieri (Regioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Viola Rita (Scienza)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 02.28.17.26.15
(numero unico nazionale)
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy