Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 17 LUGLIO 2019
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Sindrome da fatica cronica. La causa è nella risposta immunitaria iperattiva?

Akcuni ricercatori del King’s College London’s Institute of Psychiatry, Psychology & Neuroscience ha studiato i marcatori del sistema immunitario in pazienti con epatite C in terapia con inteferone alfa. Buona parte ha sviluppato sindrome da fatica cronica, facendo ipotizzare nella risposta ipereattiva del sistema immunitario un elemento comune alle due patologie

20 DIC - (Reuters Health) – Un gruppo di ricercatori britannici, studiando la sindrome da fatica cronica, ha evidenziato aspetti interessanti circa il modo in cui il sistema immunitario di alcune persone reagisce più attivamente a un’infezione. La sindrome da fatica cronica è una grave malattia caratterizzata da affaticamento fisico e mentale a lungo termine e si pensa che colpisca fino a 17 milioni di persone in tutto il mondo. Chi ne soffre è spesso costretto a letto e non riesce a svolgere attività quotidiane di base come lavarsi e nutrirsi.
 
Lo studio
. Alice Russell e colleghi, del King’s College London’s Institute of Psychiatry, Psychology & Neuroscience (IoPPN), hanno usato l’ interferone alfa per creare un modello della malattia in persone senza sindrome da fatica cronica ma con una patologia diversa, cioè l’epatite C. L’interferone alfa è usato come trattamento per l’infezione da epatite C: attiva il sistema immunitario allo stesso modo di una potente infezione.

Molti pazienti che ricevono il farmaco sperimentano grande fatica durante il trattamento e alcuni continuano a provare affaticamento cronico per molti mesi dopo il completamento della terapia. Il gruppo di studio ha misurato la fatica e alcuni marcatori nel sistema immunitario in 55 pazienti affetti da epatite C prima, durante e dopo il trattamento con interferone alfa. 18 dei 55 hanno sviluppato una malattia simile alla sindrome da fatica cronica- e tutti e 18 avevano un sistema immunitario iperattivo prima del trattamento e una risposta altamente iperattiva durante la terapia.


“Questo suggerisce che le persone che hanno una risposta immunitaria esagerata a un trigger possono essere più a rischio di sviluppare la sindrome da fatica cronica– dice Alice Russell – Per la prima volta, abbiamo dimostrato che le persone che sono inclini a sviluppare una malattia simile alla sindorme da fatica cronica hanno un sistema immunitario iperattivo, sia prima sia durante una sua sollecitazione”.

Fonte: Psychoneuroendocrinology

Kate Kelland

(Versione italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

20 dicembre 2018
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy