Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 20 AGOSTO 2019
Sicilia
segui quotidianosanita.it

Sicilia. Sabato in piazza medici e infermieri per dire basta alla violenza negli ospedali

Il sit-in è stato organizzato dagli Ordini dei Medici della Sicilia. Ha confermato la sua presenza l’assessore alla Sanità Ruggero Razza. “Assumo l’impegno di promuovere iniziative concrete per aumentare i livelli di sicurezza nei presidi e sostengo questo importante messaggio di non violenza rivolto a tutta la comunità siciliana, affinché ognuno di noi rifletta sull’importanza del lavoro dei medici e del personale sanitario”, ha detto l’assessore

17 APR - Sabato 21 aprile a partire dalle 15:30 i medici, gli infermieri e gli altri professionisti della salute siciliani scenderanno in Piazza Politeama per dire stop alla violenza contro il personale sanitario.

Il sit-in è stato organizzato dagli Ordini dei Medici della Sicilia. Sono stati invitati tutti i dirigenti delle Asp e delle aziende ospedaliere, le associazioni dei pazienti della Sicilia, i sindacati, i medici delle nove province siciliane, il personale sanitario e tutti i cittadini sensibili ad un fenomeno che colpisce al cuore quel rapporto di fiducia, che deve invece restare saldo, tra medico e paziente. All’evento, sostenuto dall’Assessorato per la Salute della Regione siciliana, ha confermato la sua presenza l’assessore alla Sanità Ruggero Razza.

“Assumo l’impegno di promuovere iniziative concrete per aumentare i livelli di sicurezza nei presidi e sostengo questo importante messaggio di non violenza rivolto a tutta la comunità siciliana, affinché ognuno di noi rifletta sull’importanza del lavoro dei medici e del personale sanitario che negli ospedali offre la propria assistenza umana e professionale ad ogni malato e ne costituisce punto insostituibile di riferimento”, ha detto. “Accolgo e condivido questa importante iniziativa, con l’auspicio che tutti noi siciliani possiamo renderci garanti della sicurezza di medici, infermieri e operatori sanitari al lavoro per curare e salvare vite e sempre più spesso, paradossalmente, bersaglio di pericolose aggressioni”. 

17 aprile 2018
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Sicilia

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy