Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 26 NOVEMBRE 2022
Cronache
segui quotidianosanita.it

Istituito un nuovo fondo internazionale per il contrasto alle pandemie nei paesi a basso e medio reddito


Il fondo è collocato presso la Banca Mondiale con la leadership tecnica dell’Oms. Già stanziati 1,4 miliardi di dollari da diversi Paesi, Italia compresa. Il fondo fornirà supporto complementare, migliorerà il coordinamento tra i partner, incentiverà maggiori investimenti nazionali, fungerà da piattaforma per il contrasto alle pandemie e aiuterà a concentrarsi e sostenere gli interventi necessari per il rafforzamento dei sistemi sanitari.

12 SET - Un nuovo Fondo degli intermediari finanziari (FIF) per la prevenzione, la preparazione e la risposta alle pandemie (PPR) è stato ufficialmente istituito dal consiglio di amministrazione della FIF nella riunione inaugurale dell'8-9 settembre 2022. 

Il fondo è collocato presso la Banca Mondiale con la leadership tecnica dell’Oms e fornirà un flusso dedicato di finanziamenti aggiuntivi a lungo termine per rafforzare le capacità di PPR nei paesi a basso e medio reddito e colmare le lacune critiche attraverso investimenti e supporto tecnico a livello nazionale, regionale e globale. 

Il fondo attingerà dai punti di forza e dai vantaggi comparativi delle istituzioni chiave impegnate nella PPR, fornirà supporto complementare, migliorerà il coordinamento tra i partner, incentiverà maggiori investimenti nazionali, fungerà da piattaforma per il contrasto alle pandemie e aiuterà a concentrarsi e sostenere gli interventi necessari per il rafforzamento dei sistemi sanitari.

La FIF è stata sviluppata con l'ampio sostegno dei membri del G20 e di altri Paesi. Sono già stati annunciati impegni finanziari per oltre 1,4 miliardi di dollari e ulteriori finanziamenti sono previsti nei prossimi mesi. Finora sono stati assunti impegni da Australia, Canada, Cina, Commissione Europea, Francia, Germania, India, Indonesia, Italia, Giappone, Repubblica di Corea, Nuova Zelanda, Norvegia, Singapore, Sud Africa, Spagna, Emirati Arabi Uniti , Regno Unito, Stati Uniti, Bill & Melinda Gates Foundation, Rockefeller Foundation e Wellcome Trust. 

A novembre 2022 apriranno i primi bandi per investimenti che saranno finanziati dalla FIF.

"Il COVID-19 ha evidenziato la necessità urgente di agire per costruire sistemi sanitari più forti ", ha affermato il presidente del gruppo della Banca mondiale David Malpass che ha aggiunto: “Investire ora salverà vite e risorse per gli anni a venire. Accogliamo con favore l'ampio sostegno della comunità internazionale a questo nuovo fondo multilaterale di intermediazione finanziaria presso la Banca mondiale per aiutare i paesi e le regioni a basso e medio reddito a prepararsi meglio per le crisi sanitarie globali e siamo lieti di essere stati in grado di procedere rapidamente in costituzione del fondo”.

L'istituzione del fondo segue l'approvazione del Consiglio di amministrazione della Banca mondiale del 30 giugno 2022. La Banca mondiale fungerà da fiduciaria della FIF e ospiterà il segretariato, che includerà personale tecnico distaccato dall'Organizzazione mondiale della sanità (OMS). 

Il consiglio di amministrazione nominerà un comitato consultivo tecnico, presieduto dall'OMS, e composto da esperti di spicco per valutare e formulare raccomandazioni al consiglio di amministrazione sui meriti tecnici delle proposte di finanziamento, assicurando collegamenti con i regolamenti sanitari internazionali, come parte del più ampio quadro globale Architettura PPR.

“La pandemia di COVID-19 è stata uno shock sismico per il mondo, ma sappiamo anche che la prossima pandemia è una questione di quando, non di se”, ha affermato il direttore generale dell'OMS, il dott. Tedros Adhanom Ghebreyesus che ha aggiunto:  "La sofferenza e la perdita che tutti abbiamo subito saranno vane a meno che non impariamo le dolorose lezioni dal COVID-19 e non mettiamo in atto le misure per colmare le lacune critiche nelle difese del mondo contro epidemie e pandemie. La FIF è una di quelle misure chiave e l'OMS non vede l'ora di svolgere il suo ruolo di leadership tecnica nel consigliare il consiglio della FIF su dove effettuare gli investimenti più efficaci per proteggere la salute, specialmente nei paesi a basso e medio reddito".

Il nuovo fondo è supervisionato da un consiglio di amministrazione, che stabilirà il programma di lavoro generale e prenderà decisioni di finanziamento. Il consiglio di amministrazione della FIF comprende una rappresentanza paritaria dei donatori sovrani e dei potenziali governi dei paesi attuatori (co-investitori), nonché rappresentanti di fondazioni e organizzazioni della società civile (OSC).

La Banca mondiale e l'OMS intensificheranno il loro lavoro con il consiglio di amministrazione in consultazione con le OSC e altre parti interessate, per aiutare a rendere operativo il fondo e sviluppare il quadro dei risultati della FIF e le priorità in vista del primo invito a presentare proposte.

Il finanziamento FIF potrebbe aiutare a rafforzare e sostenere la capacità di PPR in aree come la sorveglianza delle malattie zoonotiche; laboratori; comunicazione, coordinamento e gestione delle emergenze; capacità critiche del personale sanitario; e il coinvolgimento della comunità. I progetti finanziati dalla FIF possono anche aiutare a rafforzare la PPR a livello regionale e globale, ad esempio costruendo capacità per le contromisure mediche. La FIF può supportare l'apprendimento peer-to-peer, fornire assistenza tecnica mirata e aiutare con il monitoraggio sistematico delle capacità di PPR.

12 settembre 2022
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy