Quotidiano on line
di informazione sanitaria
05 FEBBRAIO 2023
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Manovra. Dal 10 dicembre esame emendamenti alla Bilancio. Ecco tutti quelli presentati dalla maggioranza sulla sanità

di Giovanni Rodriquez

Entro le ore 14 di sabato 10 dicembre,dovranno essere presentati gli eventuali ricorsi e alle ore 19 tornerà a riunirsi la commissione per i giudizi definitivi. Domenica 11 dicembre alle 15 scadrà il termine per le segnalazioni. L'arrivo in Aula della manovra è previsto per martedì 20 dicembre. Nell'elenco anche i due già approvati dalla Affari Sociali sul pensionamento dei medici a 72 anni e sull'estensione a tutto il triennio del contributo di 150 milioni alle farmacie.  GLI EMENDAMENTI

09 DIC -

Entreranno nel vivo domani, 10 dicembre i lavori della Commissione Bilancio della Camera per le dichiarazioni di inammissibilità degli emendamenti alla manovra presentati. Entro le ore 14 di sabato 10 dicembre,dovranno essere presentati gli eventuali ricorsi e alle ore 19 tornerà a riunirsi la commissione per i giudizi definitivi.

Domenica 11 dicembre alle 15 scadrà il termine per le segnalazioni. Con molta probabilità si arriverà ad una ulteriore scrematura e i gruppi dovranno indicare cosiddetti emendamenti “super segnalati”. Da lunedì 12 dicembre inizierà in Commissione Bilancio l'esame degli emendamenti con l'illustrazione delle proposte di modifica. Parallelamente la Ragioneria Generale dello Stato lavorerà sul parere agli emendamenti che richiederà alcuni giorni. Le votazioni quindi potrebbero non iniziare prima di giovedì 15 dicembre per concentrarsi probabilmente nelle giornate del fine settimana.

L'arrivo in Aula della manovra è previsto per martedì 20 dicembre. Dati i tempi ristretti è presumibile che il governo ricorra al voto di fiducia in modo da chiudere l'esame prima di Natale. Il provvedimento passerà poi all'esame del Senato che si terrà tra il 27 e il 31 dicembre.

Quanto al contenuto delle proposte di modifica presentate, quelle della maggioranza spaziano dal pensionamento su base volontaria del personale medico a 72 anni per far fronte al problema della carenza, alla stabilizzazione del personale di Irccs e Izs, fino alla somministrazione del vaccino antipneumococcico per gli over 18 nelle farmacie aperte al pubblico e l'acquisto di prestazioni da strutture sanitarie private in deroga ai vigenti attuali limiti.

Di seguito l'elenco di tutti gli emendamenti in tema di sanità presentati dalla maggioranza alla Commissione Bilancio della Camera.

93.020 Baldelli (FdI) al fine di garantire i Livelli essenziali di assistenza, considerata la carenza di organico e verificata l'impossibilità di assunzione, gli enti e le aziende del Servizio sanitario nazionale, per specifiche esigenze cui non possono far fronte con personale in servizio, possono conferire fino al 31 dicembre 2025 anche a soggetti collocati in quiescenza.

93.027 (Lupi) importo annuo di 6,5 mln nel 2023-2025 per garantire banca dati nazionale anagrafe zootecnica.

93.028 Bagnasco (FI) dal 1 gennaio 2023 alla dirigenza delle professioni sanitarie viene corrisposta stessa indennità esclusività rapporto prevista per la dirigenza sanitaria. Spesa prevista 3 mln annui a valere su Fsn.

93.029 Cattaneo (FI) viene esteso dal 2023 al 2025 il termine è consentito l'esercizio temporaneo, nel territorio nazionale, delle qualifiche professionali sanitarie e della qualifica di operatore socio-sanitario, in deroga alle norme sul riconoscimento delle predette qualifiche professionali.

Il professionista dovrà comunicare all'Ordine competente l’ottenimento del riconoscimento in deroga e il nominativo della struttura sanitaria a contratto con il Servizio Sanitario Nazionale presso la quale presta l'attività nonché ogni successiva variazione. La mancata ottemperanza agli obblighi da parte del professionista determina la sospensione del riconoscimento.

94.06 Mulè (FI) al fine di finanziare futuri interventi normativi per la realizzazione di un programma pluriennale di screening su base nazionale nella popolazione pediatrica per l'individuazione degli anticorpi del diabete di tipo 1 e della celiachia, nello stato di previsione del Ministero della salute è istituito un fondo con una dotazione di 8 milioni di euro per ciascuno degli anni 2023, 2024 e 2025.

94.07 Saccani Jotti (FI) si autorizzata la spesa di 5 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2023 al 2026 a favore degli istituti di ricovero e cura di carattere scientifico (Irccs) della Rete oncologica del Ministero della salute impegnati nello sviluppo delle nuove tecnologie antitumorali CAR-T e di 5 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2023 al 2026 a favore agli Irccs della Rete cardiovascolare del Ministero della salute impegnati nei programmi di prevenzione primaria cardiovascolare. Agli oneri di cui al periodo precedente, pari a 10 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2023 al 2026 a valere sul Fondo esigenze indifferibili.

95.2 la XII Commissione stanzia 150 milioni di euro per ciascuno degli anni 2023, 2024 e 2025 come remunerazione aggiuntiva per le farmacie. Ricordiamo che nel testo del Governo lo stanziamento è contemplato per il solo 2023. SI interviene “nelle more della riforma del sistema di remunerazione dei farmaci erogati in regime di Servizio sanitario nazionale, al fine di salvaguardare la rete di prossimità rappresentata dalle farmacie italiane e di dare continuità alla sperimentazione dell'attività di vaccinazione” e riconosce... “a decorrere dal 1° gennaio 2023 e fino al 31 dicembre 2025, una remunerazione aggiuntiva, quale parte integrante del prezzo dei medicinali, in favore delle farmacie per il rimborso dei farmaci erogati in regime di Servizio sanitario nazionale”.

Tale remunerazione è appunto pari a 150 milioni di euro per ciascuno degli anni 2023, 2024 e 2025.

96.7 Loizzo (Lega) al fine di consentire il potenziamento dei test di Next Generation Sequencing di profilazione genomica dei tumori dei quali sono riconosciute evidenza e appropriatezza viene rifinanziato l’apposito fondo con 15 milioni di euro per ciascuno degli anni 2023 e 2024 a valere su Fondo esigenze indifferibili.

96.15 Frassini (Lega) e 96.16 Colosimo (FdI) passano da 32,5 a 38 milioni e vengono estesi dal 2022 fino al 2024 gli stanziamenti per consentire la realizzazione di specifici obiettivi connessi all’attività di ricerca, assistenza e cura relativi al miglioramento dell’erogazione dei livelli essenziali di assistenza. Quanto al riparto di questi stanziamenti, salgono da 9 a 12 mln agli Irccs per l’erogazione di prestazioni pediatriche con particolare riferimento alla prevalenza di trapianti di tipo allogenico. E salgono da 12,5 a 15,5 mln gli stanziamenti in favore delle strutture, anche private accreditate, centri di riferimento nazionale per l’adroterapia, eroganti trattamenti di specifiche neoplasie maligne mediante l’irradiazione con ioni carbonio e protoni.

96.38 Benigni (FI) al fine di consentire il potenziamento dei test di Next-Generation Sequencing di profilazione genomica dei tumori dei quali sono riconosciute evidenza e appropriatezza, il Fondo viene rifinanziato in misura pari a 15 milioni di euro per ciascuno degli anni 2023 e 2024. Per le coperture si attingerà al Fondo esigenze indifferibili.

96.40 Cappellacci (FI) garantendo il rispetto dell’equilibrio economico-finanziario dei sistemi sanitari regionali, si propone di abrogare riduzione dell'importo e dei corrispondenti volumi d'acquisto in misura percentuale fissa, determinata dalla regione, per l’acquisto di prestazioni sanitarie da soggetti privati accreditati per l'assistenza specialistica ambulatoriale e per l'assistenza ospedaliera, che erano state previste dalla legge 135/2012 per ridurre la spesa complessiva annua del 2% a decorrere dall'anno 2014. Viene di conseguenza abrogato anche l'articolo 45, comma 1-ter, del decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124, convertito, con modificazioni, dalla legge 19 dicembre 2019, n. 157.

96.41 Cappellacci (FI) Le aziende fornitrici di dispositivi medici assolvono ai propri adempimenti in ordine ai versamenti in favore delle singole regioni e province autonome entro 6 mesi e non più 30 giorni dalla pubblicazione dei provvedimenti regionali e provinciali.

96.42 D’Attis (FI) in relazione alla delega al governo sugli Irccs specifica che non si debba intendere come precluso l'accesso alle prestazioni degli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico da parte di pazienti extraregionali, ulteriori rispetto a quelle di alta specialità.

96.016 XII Commissione e 97.023 Bagnai (Lega) al fine di "evitare il determinarsi di ulteriori carenze nelle dotazioni organiche, favorire l'esplicarsi a medio termine delle politiche di potenziamento della formazione universitaria con l'incremento dei laureati in medicina e chirurgia con le relative specializzazioni, nonché sostenere adeguatamente le azioni di contrasto all'emergenza pandemica", sancisce che a decorrere dal 1° gennaio 2023 e fino al 31 dicembre 2026, il limite di età per il collocamento di ufficio a riposo è elevato su base volontaria alla data di compimento del settantaduesimo anno di età per il personale medico, dipendente o convenzionato, del Servizio sanitario nazionale. Tale facoltà è estesa anche al personale medico in servizio presso strutture private convenzionate con il Servizio sanitario nazionale, e ai docenti universitari di medicina e chirurgia.

L'emendamento stabilisce poi che l'istanza di prosecuzione di rapporto di lavoro sia presentata al datore di lavoro, entro quarantacinque giorni dalla data di entrata in vigore della legge da chi abbia, alla stessa data, compiuto il sessantanovesimo anno di età ed entro novanta giorni dalla data di compimento del sessantanovesimo anno di età qualora questa sia antecedente al 31 dicembre 2025.

Il datore di lavoro accoglie o rigetta con motivazione l'istanza entro trenta giorni dalla data di presentazione. La mancata adozione di un provvedimento espresso equivale ad accoglimento. "La prosecuzione del rapporto di lavoro deliberata o formatasi per silenzio assenso cessa automaticamente senza necessità di ulteriori atti o comunicazioni alla data di compimento del settantaduesimo anno di età e comunque, per chi maturerà successivamente i requisiti di cui alla presente legge, alla data del 31 dicembre 2026".

È sempre ammesso il solo recesso del medico con un preavviso di almeno quattro mesi, "in difetto del quale si applicano le disposizioni dei Contratti collettivi nazionali di lavoro di categoria o analoga regolamentazione previste per il caso di mancato rispetto dei termini di preavviso". Al personale medico è corrisposto il trattamento economico "pari al trattamento pensionistico maturato al settantesimo anno di età. Alla data del 1° gennaio 2027 il limite di età per il collocamento di ufficio a riposo ritorna inderogabilmente al settantesimo anno di età e chiunque abbia superato tale limite è collocato a riposo a partire da tale data".

Gli oneri previsti sono di 10 milioni a decorrere dal 2023.

96.018 Lancellotta (FdI) per la stabilizzazione del personale precario del servizio sanitario nazionale il termine per il conseguimento dei requisiti viene esteso dal 30 giugno al 31 dicembre 2022. Queste disposizioni si si applicano, in coerenza con il piano triennale dei fabbisogni di personale, al personale dirigenziale e non dirigenziale dei diversi ruoli del Servizio Sanitario nazionale, contrattualizzato, a vario titolo, anche con contratti flessibili, a seguito di espletamento di una procedura selettiva, anche qualora non più in servizio, nei limiti di incremento del tetto di spesa del personale previsto dalle singole regioni per gli anni 2022, 2023 e 2024.

96.024 Cattoi (Lega) e 96.040 Cattaneo (FI) sull’utilizzo delle risorse residue del Fondo Innovativi si specifica che i farmaci, compresi quelli oncologici, per i quali è stato riconosciuto, da parte dell'Aifa, il possesso del requisito dell'innovatività condizionata, sono inseriti esclusivamente nei prontuari terapeutici regionali. Le risorse del Fondo non impiegate per le finalità ivi indicate entro il 31 dicembre dell'anno di riferimento, sono utilizzate per il concorso al rimborso alle regioni delle spese sostenute per l'acquisto di farmaci per i quali è stato riconosciuto da parte dell'Aifa il possesso del requisito dell'innovatività condizionata.

96.027 Lucaselli (FdI) le disposizioni per la razionalizzazione della spesa per la fornitura di dispositivi medici previste dalla legge 215/2015 vengono sospese fino al 31 dicembre 2023, e comunque fino all’emanazione di un decreto del Ministro della Salute, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, d'intesa con la Conferenza Stato Regioni e con le Associazioni più rappresentative delle aziende fornitrici di dispositivi medici, dove si stabiliscano, anche in deroga alle disposizioni vigenti, nuovi criteri di riparto dell'eventuale superamento del tetto di spesa regionale a partire dall'anno 2015, escludendo dal ripiano le micro, piccole e medie imprese.

96.028 Lucaselli (FdI) dal 2023 si abrogano le misure relative alla riduzione d’importo e di volumi d’acquisto prevista legge 135/2012 in materia di spesa per l'acquisto di prestazioni sanitarie da soggetti privati accreditati.

96.037 Benigni (FI) lo stanziamento del Fondo per i test Next-Generation Sequencing è incrementato di 160 mila euro per l'anno 2023 per il potenziamento dei test di profilazione genomica del colangiocarcinoma.

96.038 Benigni (FI) la terapia ossidativa con ossigeno poliatomico liquido - OPL - è riconosciuto come dispositivo medico per la produzione di una soluzione acquosa allotropica a concentrazione fissa di ione superossido.

96.039 Bagnasco (FI) per gli anni 2023 e 2024 è consentita, in via sperimentale, la somministrazione del vaccino antipneumococcico nelle farmacie aperte al pubblico nei confronti dei soggetti di età non inferiore a diciotto anni. Il ministero della Salute dovrà definire, tramite apposito protocollo d'intesa stipulato con le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative delle farmacie, le procedure e le modalità di erogazione del servizio, la conseguente remunerazione a favore delle farmacie nonché le procedure di registrazione delle somministrazioni eseguite presso le farmacie per l'alimentazione dell'Anagrafe nazionale vaccini.

96.041 Patriarca (FI) per affrontare il tema delle liste d’attesa vengono prorogate fino al 31 dicembre 2023 le misure relative alla prestazioni aggiuntive delle professioni sanitarie dipendenti dal Ssn con relativo aumento delle tariffe e a reclutare personale del comparto e dirigenza medica, sanitaria, veterinaria e delle professioni sanitarie attraverso assunzioni a tempo determinato, anche in deroga ai vigenti Ccnl di settore, o attraverso forme di lavoro autonomo, anche di collaborazione coordinata e continuativa.

Per il raggiungimento delle finalità di cui al comma precedente, le regioni possono incrementare i budget assegnati per l'esercizio 2023 alle strutture private accreditate. Per favorire la riduzione dei tempi di attesa per i ricoveri ospedalieri di elezione e delle prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale, a decorrere dall'anno 2023 le regioni possono inoltre incrementare il limite di spesa per l’acquisto di prestazioni sanitarie da soggetti privati accreditati fino ad un massimo del cinque per cento, purché sia assicurato l'equilibrio economico del bilancio sanitario con il livello del finanziamento ordinario della spesa corrente.

97.5 Rampelli (FdI) per concorrere al pagamento delle borse di studio dei medici iscritti ai corsi di specializzazione dal 1° gennaio 1983, è istituito presso il Ministero della Salute un Fondo da ripartire, che opera nei limiti delle risorse disponibili, con dotazione iniziale pari a 5 milioni di euro annui per il triennio 2023-2025.

97.10 Cannizzaro (FI) al personale con rapporto di lavoro dipendente a tempo determinato o indeterminato del ruolo sanitario in servizio presso le strutture degli enti del Ssr della Calabria , preposte alle attività di emergenza territoriale 118 e pronto soccorso nonché di quelle adibite ai servizi sanitari presso i centri di prima accoglienza e presso le altre strutture attivate per fare fronte ai fenomeni migratori, può essere attribuita per il periodo di effettivo servizio prestato, con esclusione dei periodi di congedo straordinario, aspettativa, astensione facoltativa e di sospensione per qualsiasi causa, una indennità giornaliera aggiuntiva, fino ad un trentesimo della retribuzione mensile lorda in godimento.

Al personale sanitario operante in regime convenzionale nei servizi di emergenza sanitaria territoriale delle strutture degli enti del servizio sanitario della Regione Calabria, la misura dei compensi orari o giornalieri può essere incrementata fino al 25% dell'ammontare lordo previsto dalle disposizioni vigenti alla data di entrata in vigore della presente legge.

Il servizio prestato può essere computato in misura doppia ai soli fini della maturazione dei requisiti di anzianità di servizio richiesti a normativa vigente per l'accesso ai ruoli della dirigenza delle professioni sanitarie e per l'attribuzione degli incarichi di struttura e degli incarichi professionali di altissima professionalità e di alta specializzazione per il personale dirigente del ruolo sanitario.

I benefici di cui ai commi precedenti possono essere mantenuti e computati dagli aventi diritto per un periodo non superiore a ventiquattro mesi dal venir meno del Commissariamento.

Questi benefici possono essere concessi entro i limiti massimi di spesa di 15 milioni di euro annui a decorrere dal 2023.

97.03 Panizzut (Lega) al fine di rafforzare strutturalmente gli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (Irccs) pubblici e gli Istituti zooprofilattici sperimentali (IZS), gli Istituti, dal 1° luglio 2023 e fino al 31 dicembre 2024 assumono a tempo indeterminato nella posizione economica acquisita, il personale della ricerca sanitaria e delle attività di supporto alla ricerca sanitaria reclutato a tempo determinato con procedure concorsuali e che abbia maturato al 31 dicembre 2022 alle dipendenze di un ente del servizio sanitario nazionale almeno tre anni di servizio, anche non continuativi, negli ultimi otto anni, con rapporti di lavoro flessibile o borse di studio instaurati a seguito di procedura selettiva pubblica. La stabilizzazione del personale è effettuata in deroga ai limiti di spesa consentiti per il personale degli enti del Servizio sanitario nazionale. Per l'attuazione del presente articolo e la copertura dei costi del personale a tempo indeterminato definiti dalle dotazioni organiche della ricerca, nello stato di previsione del Ministero della salute, è istituito un fondo con una dotazione di 60 milioni di euro annui a decorrere dall'anno 2023.

97.07 Bellomo (Lega) al fine di potenziare con profili professionali aggiuntivi la struttura organizzativa della Lega italiana per la lotta contro i tumori (Lilt) con l'obiettivo di organizzare le attività istituzionali fondamentali per la prevenzione oncologica, nonché le connesse attività di natura sociosanitaria e riabilitativa, il contributo viene incrementato di 800.000 euro annui a decorrere dall'anno 2023.

97.08 Frassini (Lega) al fine di valorizzare il servizio del personale medico Inail in concorso con le omologhe strutture del Servizio Sanitario Nazionale, al predetto personale medico, a decorrere dal 1° gennaio 2023, si applicano integralmente gli importi annui lordi, comprensivi della tredicesima mensilità, dell'indennità prevista per i dirigenti sanitari con rapporto di lavoro esclusivo. Ai relativi oneri, valutati in 1,8 milioni di euro annui a decorrere dall'anno 2023, si provvede a valere sul bilancio dell’Istituto.

97.09 Schifone (FdI) l'attività di medicina estetica non invasiva o mini invasiva al terzo superiore, terzo medio e terzo inferiore del viso è svolta anche dai medici odontoiatri. A tal fine in via sperimentale è istituito apposito Fondo presso il Ministero della salute con dotazione pari a 1 milione di euro per l'anno 2023 per organizzare corsi di aggiornamento in materia di trattamenti di medicina estetica di cui al primo periodo.

97.011 Caiata (FdI) stabilizzazione del personale storico del ruolo della ricerca sanitaria. Al fine di rafforzare strutturalmente gli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico pubblici (Irccs) e gli Istituti Zooprofilattici Sperimentali (Izs) e di consentire la valorizzazione della professionalità acquisita dal personale della ricerca sanitaria, gli Istituti, dal 1° luglio 2023 e fino al 31 dicembre 2024, assumono a tempo indeterminato, nella posizione economica acquisita e nel limite delle dotazioni organiche stabilite il personale della ricerca sanitaria e delle attività di supporto alla ricerca sanitaria reclutati a tempo determinato con procedure concorsuali, ivi incluse le assunzioni e che al 31 dicembre 2022 abbiano maturato alle dipendenze di un ente del servizio sanitario nazionale almeno tre anni di servizio, anche non continuativi, negli ultimi otto anni, con rapporti di lavoro flessibile o borse di studio instaurati a seguito di procedura selettiva pubblica.

97.051 Lucaselli (FdI) ai medici ammessi presso le università alle scuole di specializzazione in medicina dall'anno accademico 1983-1984 all'anno accademico 1990-1991, tenendo conto dell'impegno orario complessivo richiesto agli specializzandi dalla normativa vigente nel periodo considerato, il Ministero dell'università e della ricerca scientifica e tecnologica corrisponde per tutta la durata del corso una borsa di studio annua onnicomprensiva di lire 13.000.000. Agli oneri derivanti dall'attuazione del presente articolo pari a 5 milioni per ciascuno degli anni 2023, 2024 e 2025, si provvede mediante corrispondente riduzione dello stanziamento iscritto, ai fini del bilancio triennale 2023-2025, nell'ambito dell'unità previsionale di base di parte corrente "Fondo speciale" dello stato di previsione del Ministero dell'economia e delle finanze per l'anno 2023, all'uopo utilizzando l'accantonamento relativo al Ministero dell'università e della ricerca.

97.056 Cannizzaro (FI) al fine di promuovere, tutelare e sostenere i diritti delle persone con disabilità, è previsto uno stanziamento di euro 500.000 per l'anno 2023 a favore dell'Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili APS di Roma.

97.057 Polidori (FI) esenzione Iva per le prestazioni di chirurgia e medicina estetica, ove conseguenti a problemi di natura psicologica accertati.

Giovanni Rodriquez



09 dicembre 2022
© Riproduzione riservata
Allegati:

spacer Emendamenti

Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy