Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 30 MAGGIO 2024
Lazio
segui quotidianosanita.it

Asl Roma 1. Il 14 ottobre l’open Day Maculopatie

La maculopatia rappresenta la prima causa di cecità e ipovisione nel mondo occidentale e colpisce principalmente i soggetti con più di 65 anni di età. La degenerazione maculare legata all’età è una delle patologie più gravi che colpiscono l’occhio. Viene danneggiata la macula, cioè la parte centrale della regina: ““Esistono varie tipologie di maculopatie ciascuna interessa età differenti, non esiste una cura risolutiva”.

06 OTT - Durante la settimana che vede celebrare la Giornata mondiale della vista, i professionisti dell’ospedale monospecialistico effettueranno, presso i locali della UOSD Retina Medica, una giornata dedicata allo screening per le maculopatie. L'orario previsto è dalle 9 alle 12, con ingresso libero senza prenotazione. I pazienti saranno sottoposti a visita oculistica completa, ad esame OCT e verranno fornite loro le indicazioni su successivi controlli oculistici da eseguire oppure, in caso di maculopatia conclamata, verranno forniti consigli terapeutici.

La maculopatia rappresenta la prima causa di cecità e ipovisione nel mondo occidentale e colpisce principalmente i soggetti con più di 65 anni di età. La degenerazione maculare legata all’età è una delle patologie più gravi che colpiscono l’occhio. Viene danneggiata la macula, cioè la parte centrale della retina, dove troviamo la massima la concentrazione dei coni, i fotorecettori specializzati per la visione dei dettagli. Quasi sempre la malattia è progressiva e può interessare entrambi gli occhi, anche ad intervalli di tempo variabili e con quadri clinici e gravità differenti.

“Esistono varie tipologie di maculopatie ciascuna delle quali interessa fasce di età differenti – dichiara Francesca Romana Florio, dirigente della UOSD Retina Medica - Purtroppo non esiste una cura risolutiva, ma si può fermare la progressione della malattia. È per questo che i controlli sono importanti, perché più l’intervento è precoce e maggiori sono le possibilità di preservare la visione centrale”.

Il personale coinvolto è il seguente.

Per la parte medica: Professor Ciro Tamburrelli; Francesca Romana Florio; Isabella Micozzi; Marco Pinca; Laura Rapagnetta; Marco Rispoli

Mentre per la parte infermieristica: Carolina Ponziani, posizione organizzativa facente funzioni; Rossella Burotti; Vittorio Fioravanti; Daria Iegri; Massimiliano Marchioro.

Tecnico Ottico: Paola Pantina.
All’accoglienza: Alessia Albensi.

06 ottobre 2023
© Riproduzione riservata

Altri articoli in QS Lazio

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy