Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 22 NOVEMBRE 2019
Regioni e Asl
segui quotidianosanita.it

De Luca: “Lea Campania sono a quota 163. Diffida a Ministero per stop commissariamento”

“Abbiamo raggiunto e superato la soglia dei 160 punti nella griglia Lea, che è l'obiettivo nazionale. Eravamo a quota 104 nel 2015, siamo a 163 oggi. Non c'è più motivo per mantenere il commissariamento, tranne lo squadrismo”. È quanto ha affermato il presidente della Regione Campania, nel corso di un convegno.

20 FEB - "Abbiamo raggiunto la quota di 163 nella griglia dei Lea. Non si permetta più nessuno di parlare di commissariamento, dalla prossima settimana avvieremo la diffida formale perché il Ministero certifichi l'uscita della Campania dal piano di rientro". Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nel corso di un convegno sulla sanità.

"Abbiamo raggiunto e superato la soglia dei 160 punti nella griglia Lea - ha ribadito De Luca all'Ansa - che è l'obiettivo nazionale. Eravamo a quota 104 nel 2015, siamo a 163 oggi. Non c'è più motivo per mantenere il commissariamento, tranne lo squadrismo. La Campania deve tornare all'ordinaria amministrazione, che rimarrà sempre nelle mani del presidente, ve lo dico subito". 

20 febbraio 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Regioni e Asl

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy