Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 20 GIUGNO 2024
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

L’alert dell’Oms: “Il mondo deve prepararsi ad una possibile pandemia più letale del Covid”


"La minaccia di un'altra variante emergente del Covid capace di causa nuove ondate di malattia e morte resta viva. E non si può escludere la minaccia di un altro agente patogeno emergente con un potenziale ancora più mortale. Quando la prossima pandemia busserà alla porta – e lo farà – dobbiamo essere pronti a rispondere in modo deciso, collettivo ed equo". Così il direttore generale dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus. Identificate nove malattie che potrebbero rappresentare un rischio per la salute pubblica

24 MAG -

Il mondo deve prepararsi alla prossima pandemia che potrebbe essere "ancora più mortale" di quella causata dal Covid. A lanciare l'allarme poche settimane dopo la dichiarazione di fine dello stato di emergenza dovuto al virus Sars-Cov-2 è stato il direttore generale dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ieri nel corso di una riunione dell'Assemblea mondiale della sanità a Ginevra.

"La minaccia di un'altra variante emergente del Covid capace di causa nuove ondate di malattia e morte resta viva - ha detto Tedros -. E non si può escludere la minaccia di un altro agente patogeno emergente con un potenziale ancora più mortale. Quando la prossima pandemia busserà alla porta – e lo farà – dobbiamo essere pronti a rispondere in modo deciso, collettivo ed equo".

L'Oms ha identificato nove malattie prioritarie che rappresentano il rischio maggiore per la salute pubblica. Queste sono state ritenute le più rischiosi a causa della mancanza di trattamenti o per la loro capacità di causare una pandemia. Il Covid è nella lista, insieme alla febbre emorragica Crimea-Congo, una malattia trasmessa dalle zecche che uccide il 30% di coloro che vengono ricoverati in ospedale. L'Ebola, che uccide circa la metà di coloro che infetta, è un'altra di queste. Anche il virus Marburg viene considerato una minaccia. Ci sono poi la febbre di Lassa, la Mers e la Sars.

E poi ancora, il virus Nipah che causa una malattia simil-influenzale che può svilupparsi in difficoltà respiratorie; la febbre della Rift Valley, diffusa da animali infetti e di solito avvistata nell'Africa sub-sahariana; il virus Zika, un altro agente patogeno preoccupante, diffuso principalmente dalle zanzare; e infine l'Oms ha messo in guardia sulla "malattia X", nome in codice per una possibile patogeno attualmente sconosciuto capace di scatenare una nuova pandemia.



24 maggio 2023
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy