Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 20 AGOSTO 2022
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Ginocchio. Osteotomia alto-tibiale può ridurre la necessità di sostituzione totale

di Lisa Rapaport

Nei pazienti con osteoartrite del ginocchio l’osteotomia alto-tibiale riduce le probabilità, nell’arco di un decennio, di andare incontro a una sostituzione totale dell’articolazione. E’ quanto emerge da uno studio condotto in Canada

04 FEB - (Reuters Health) – Uno studio canadese indica che molti pazienti con osteoartrite del ginocchio, sottoposti a osteotomia alto-tibiale, potrebbero non necessitare di una sostituzione totale del ginocchio per almeno dieci anni. Questa evidenza emerge dai dati relativi a 556 adulti che hanno subito 643 interventi di osteotomia alto-tibiale (HTO) dal 2002 al 2014 in un grande ospedale universitario in Ontario.

Tra questi pazienti, l’incidenza cumulativa di sostituzione totale del ginocchio era del 5% a cinque anni e del 21% a 10 anni. I pazienti richiedevano più frequentemente una sostituzione totale del ginocchio durante il follow-up quando presentavano una maggiore gravità radiografica dell’osteoartrite del ginocchio prima dell’HTO (hazard ratio aggiustato 1,96).

La probabilità di necessitare di una sostituzione totale del ginocchio aumentava anche ogni ulteriori 10 anni d’età (aHR 1,50) e con ogni aumento di 5 punti nell’indice di massa corporea (aHR 1,31).

“Questo studio indica che la stragrande maggioranza dei pazienti non progredisce fino a ricevere una sostituzione totale del ginocchio entro 10 anni dalla HTO”, dice l’autore principale dello studio, Codie Primeau, della School of Physical Therapy e del Bone and Joint Institute della University of Western Ontario, in Canada.

La maggior parte dei pazienti nello studio era di sesso maschile (77,5%), con un’età media di 46,9 anni. In genere si trattava di soggetti in sovrappeso o obesi (indice di massa corporea medio 29,7).

Le donne erano esposte a un maggior rischio di sostituzione totale del ginocchio rispetto agli uomini (aHR 1,67).

Fonte: CMAJ

Lisa Rapaport

(Versione Italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

04 febbraio 2021
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy