Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 02 LUGLIO 2020
Cronache
segui quotidianosanita.it

Policlinico Gemelli. Medicina e cucina insieme su Facebook, parte Gemelli@Fornelli con Heinz Beck


Viaggia on line la collaborazione tra lo chef stellato e l’equipe medica del Policlinico romano per seguire i problemi dell’alimentazione dei degenti, dei pazienti dimessi e di quanti vorranno informazioni in materia nutrizionale e dietetica, sfruttando la potenza di interazione e info dei Social network.

03 APR - Come avere tutte le informazioni per pasteggiare con un menù a “cinque stelle” senza contravvenire alle prescrizioni mediche? Semplice, basta entrare nel sito gemellifornelli.it, selezionare la patologia da cui si è affetti, accedere al relativo gruppo Facebook, postare quesiti, dubbi, racconti e voilà, lo chef stellato Heinz Beck e gli specialisti della nutrizione in breve tempo forniranno risposte qualificate.
 
È quanto “mette sul piatto” il progetto pilota Gemelli@Fornelli ideato dall’Università Cattolica del Sacro Cuore - Policlinico A. Gemelli e Heinz Beck: un sito web completamente “social”, appunto, dedicato agli argomenti nutrizionali legati a varie patologie: dall’obesità alle malattie cardiovascolari, fino al diabete. E ancora dall’ ipertensione alla celiachia, ai disturbi della digestione e a quelli alimentari fino all’anoressia e bulimia.
 
Sul profilo Facebook sarà possibile formulare tutte le domande del caso per poi ricevere nell’arco di 3 ai 5 giorni le risposte maturate dal confronto dello Chef con gli specialisti della nutrizione, guidati da Giacinto Abele Miggiano, Direttore dell’Unità Operativa di Dietetica del Policlinico Gemelli.

 
“Gemelli@Fornelli è una convergenza degli opposti: gusto e salute a tavola” ha spiegato Franco Anelli, Magnifico Rettore dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. “Abbiamo sempre vissuto salute e gusto come un qualcosa di antitetico – ha aggiunto Anelli – per superare questa barriera ed evitare di mettere in pericolo la propria salute abbiamo realizzato questa iniziativa che affronta con audacia e originalità la sfida di unire ciò che da sempre ci appare inconciliabile: il piacere del gusto e l’attenzione alla salute. Una convergenza di opposti resa possibile dall’incontro della creatività di Heinz e la professionalità dei nostri medici. E poi saper recuperare il valore del cibo anche per migliorare la qualità della propria esistenza è anche un’operazione culturale”.
 
Informare, educare e prendersi cura, sono i tre pilastri del progetto: informare per tutti coloro che desiderano ricevere informazioni su stili di vita salutari come la corretta alimentazione e una regolare attività fisica; educare, fornendo indicazioni utili al controllo di malattie diffuse come obesità, diabete, ipertensione, per le quali è fondamentale la conoscenza della composizione degli alimenti e degli aspetti nutrizionali/dietetici; prendersi cura, obiettivo rivolto ai malati del Policlinico che in corso di ricovero e soprattutto dopo la dimissione vogliano usufruire delle competenze e professionalità presenti nel Policlinico in materia nutrizionale al fine della cura della loro malattia.  
 
“La dieta non è solo biochimica, ma anche piacere – ha sottolineato Giacinto Abele Miggiano – in ospedale abbiamo badato a mangiare sicuro, senza contaminazioni, abbiamo imparato anche a mangiare sano, ma ora dobbiamo imparare a non rinunciare al piacere del mangiare con gusto e mangiare bene. Rispettando le prescrizioni mediche sarà possibile grazie all’iniziativa Gemelli@Fornelli ottenere una forma di Assistenza nutrizionale interattiva a distanza rendendo disponibile, quindi, un percorso di orientamento anche a ricovero terminato. Un orientamento non rivolto solamente al corretto stile alimentare, ma anche alla consistenza del cibo per renderne possibile l’assunzione anche in presenza di patologie che ne impediscano la facile assunzione”.
 
E i suggerimenti di Heinz Beck saranno il valore aggiunto. Anche perche per lo Chef pluristellato, benessere e salute sono aspetti fondamentali della sua cucina.
 
“Il primo progetto sulla salute per dimostrare che si può mangiare bene e in modo salutare è iniziato nel 2000 – ha speigato Heinz Beck nel corso della conferenza stampa di presentazione – in questi anni ho collaborato con molti specialisti per sviluppare un’alimentazione attenta ai problemi dell’ipertensione e dell’obesità. Ho visitato molti ospedali e lo scorso anno c’è stato l’incontro con il Gemelli che ha dato i suoi frutti”.
L’iniziativa “Gemelli@Fornelli”, ha aggiunto lo chef  “mi ha offerto l’opportunità di lanciare un progetto di utilità sociale sul web dove metto a disposizione del pubblico, gratuitamente, anche le mie conoscenze tecniche e tecnologiche, che possono essere trasferite in ambito domestico, a basso costo. Non bisogna avere paura di sprecare tempo in cucina – ha concluso – perché è tutto tempo investito bene, in prevenzione, benessere fisico, psicologico e sociale”.
 
Ma l’iniziativa del Policlinico Gemelli ha anche un altro obiettivo: dai numeri raccolti dal sistema potranno emergere studi di grande interesse e numeri sulla “geografizzazione” delle patologie o sulla “frequenza” delle soluzioni migliori.

03 aprile 2014
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy