Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 24 NOVEMBRE 2017
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Le richieste al G7 Salute di Gcap Italia

06 NOV - La coalizione che raggruppa movimenti, sindacati e Ong chiede che nella dichiarazione finale del Summit venga posto l’accento su alcune questioni che riguardano la salute.
 
Gcap Italia è una coalizione che racchiude organizzazioni non governative, movimenti, sindacali e più in generale la società civile e che fa parte di movimento più ampio (Gcap globale). Si occupa di promuovere politiche per il contrasto contro le disuguaglianze e la lotta contro la povertà. In occasione del G7 ha preparato un documento con alcune richieste ai potenti della Terra.
 
“Chiediamo prima di tutto che ci sia una dichiarazione significativa sulla salute – premette Stefania Burbo, co-portavoce Gcap Italia – Nella dichiarazione finale al Summit di Taormina c’è stato solo un brevissimo accenno alla salute, ma è mancato completamente il riferimento alla salute come diritto umano fondamentale. Per noi questo è stato grave, quindi auspichiamo che ci sia adesso”.
 
Le richieste di Gcap Italia sono, dalle parole della sua portavoce:
- rafforzamento dei sistemi sanitari: solo dove ci sono sistemi sanitari forti e resilienti si possono combattere infezioni come Ebola;
- resistenza agli antimicrobici: è necessario investire adesso e non a lungo termine su ricerca e sviluppo per combattere malattie come la tubercolosi nella sua formula multiresistente ai farmaci;
- contenere il prezzo dei farmaci: occorre garantire l’accesso a medicine di qualità a prezzi che siano accessibili a tutti. In Italia per esempio una persona che scopre di essere sieropositiva ha diritto alla terapia antiretrovirale a vita, ma questo non avviene in altri Paesi. Senza sostegno, le infezioni torneranno a crescere.
- trovare una forma di accompagnamento per i Paesi in transizione economica: spesso le nazioni a medio reddito non sono in grado di sostenere le spese sanitarie. È giusto sostenere i Paesi a basso reddito, ma non bisogna dimenticare l’accompagnamento in questa fase delicata
- favorire l’accesso universale alla salute sessuale e riproduttiva per ogni persona; promuovere politiche per l’eliminazione delle disparità e discriminazioni legate al genere e sostenere rifugiate e migranti
- fare un chiaro riferimento alla salute mentale di tutti i rifugiati e migranti
- riconoscere l’impatto che i cambiamenti climatici hanno sulla salute
- non cancellare la malnutrizione dall’agenda politica

06 novembre 2017
© Riproduzione riservata

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy