Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 18 NOVEMBRE 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Donazione organi. M5S: "Indicazione su carta d'identità più vicina"

Il Governo ha recepito l'emendamento del M5S approvato dalla Camera il 25 luglio 2013. Lo schema del decreto prevede che il Comune invii al Sit l’informazione relativa al consenso alla donazione eventualmente espresso dal cittadino maggiorenne in sede di rilascio del documento. "Pressing sul Governo affinché spinga gli altri organismi coinvolti ad accelerare i lavori".

08 APR - Si avvicina il momento in cui sulla carta d’identità si dovrà indicare la disponibilità o il diniego alla donazione degli organi. Il Governo, e il ministero dell’Interno in particolare, hanno recepito l’emendamento del MoVimento 5 Stelle approvato dalla Camera il 25 luglio 2013, a prima firma Matteo Dall’Osso.

Al contempo il ministero riferisce che la previsione normativa a cui l’atto parlamentare fa riferimento avrà attuazione tramite il decreto interministeriale “in corso di adozione”. Cosa prevede tale corso? Il Governo afferma che lo schema del decreto prevede che il Comune invii al Sistema informativo trapianti (Sit) l’informazione relativa al consenso o al diniego alla donazione di organi e tessuti, eventualmente espresso dal cittadino maggiorenne in sede di rilascio del documento. Inoltre, il Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali del Viminale, d’intesa con i competenti Uffici del Ministero della Salute, ha avviato l’elaborazione di uno schema di direttiva indirizzata ai Comuni che, indicando le modalità di comunicazione dell’informazione al Sit, consenta di pervenire al raggiungimento delle finalità connesse alla norma in argomento.


"Tradotto dal burocratese - spiega il Movimento 5 Stelle - il Governo si sta muovendo con la classoca modalità del rimando e dell’attesa. I tempi per l’attuazione, dunque, sono tutti da chiarire. Non vogliamo che su una materia così importante e delicata non si vada ulteriormente per le lunghe, sono già stati sprecati alcuni anni. Per questo vigileremo e faremo pressing sul Governo affinché spinga gli altri organismi coinvolti ad accelerare i lavori".

08 aprile 2014
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy