Quotidiano on line
di informazione sanitaria
05 FEBBRAIO 2023
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Biotestamento. Luca Coscioni e Radicali Italiani a De Biasi: “Situazione drammatica. Il Senato esamini immediatamente il testo”


Associazione Luca Coscioni, Radicali Italiani, l’Associazione radicale Certi Diritti, Uaar e Exit Italia hanno inviato oggi una lettera al Senatore Emilia De Biasi, Presidente della Commissione Igiene e Sanità del Senato, sollecitandola a un intervento immediato sulla la legge sul Biotestamento. La senatrice, prima delle vacanze estive, aveva avanzato una proposta: “se il numero degli emendamenti resterà tale - aveva detto - propongo di andare direttamente in Aula senza il mandato del relatore, per passare cioè ad un esame degli emendamenti direttamente da parte dell’Aula”. LA LETTERA.

08 SET - “La legge sul Biotestamento è stata insabbiata”. Usa parole chiare l’Associazione Luca Coscioni per denunciare la situazione di stallo in cui si trova il testo. “La legge - ha specificato l’’Associazione - infatti rischia di non vedere la luce entro la fine della legislatura nonostante le promesse, ora disattese, da parte del Presidente della Commissione Sanità De Biasi”. Per questo, insieme ai Radicali Italiani, all’associazione radicale Certi Diritti, a Uaar e Exit Italia, l’associazione Luca Coscioni ha inviato una lettera al Presidente della Commissione Igiene e Sanità del Senato.
 
“La proposta e la legge, ora – hanno aggiunto i rappresentanti dell’Associazione Luca Coscioni e dei Radicali Itaiani - sembrano cadute in un buco nero. Il rischio di non vedere la luce entro la fine della legislatura è concreto. Sta vincendo l'ostruzionismo dunque, nonostante circa il 70% degli italiani chieda a gran voce un progresso sul tema del fine vita”.
 
“Promesse disattese - hanno continuato - intorno a un argomento tornato al centro della cronaca nei giorni scorsi in seguito all decisione di Marco Cappato, tesoriere Associazione Luca Coscioni, di chiedere giudizio immediato nell’ambito del processo Dj Fabo che lo vede coinvolto, saltando un passaggio dell’Iter. Con l’obiettivo – hanno detto - di far crescere la consapevolezza dell'importanza del tema e fare chiarezza sul piano giuridico, con la speranza di aiutare a sbloccare il Parlamento dagli ostruzionismi sul testamento biologico”.
 
Per questo la lettera si conclude con una precisa richiesta :procedere e di inviare il testo all'esame dell'Aula del Senato.

08 settembre 2017
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy