Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 14 OTTOBRE 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Caso De Luca/2. Interviene Grillo: “La gestione della sanità è indifendibile, mi aspetto che la Lega ci sia alleata”. Ma la nuova nomina oggi non sarà in Cdm

Il Ministro della Salute in un’intervista su Huffington Post interviene sulla questione dopo lo stop leghista sul ‘licenziamento’ del presidente da commissario della sanità. “Per De Luca è sempre colpa di qualcun altro. Sono motivi più che sufficienti per individuare un'altra figura che si metta a lavorare seriamente per la salute dei cittadini campani”. E poi evidenzia: "Io ci sto mettendo la faccia. E la Lega?".

09 APR - “La gestione della sanità in Campania è indifendibile, mi aspetto che la Lega ci sia alleata. Non può barattare la salute dei cittadini con valutazioni di strategia politica. Io ci sto mettendo la faccia, il commissariamento non è una scelta comoda, anzi". Il Ministro della Salute Giulia Grillo dopo lo stop della Lega (che ha scatenato le ire del M5S campano) alla sostituzione del presidente della Regione, Vincenzo De Luca dal ruolo di commissario ad acta per la sanità interviene direttamente sulla questione in un’intervista su Huffington Post dove però conferma che la questione non entrerà nel Cdm odierno.
 
“Non credo che la nomina vada nel Consiglio di oggi – afferma Grillo - , ma speriamo vada quanto prima. Lo dobbiamo ai cittadini campani che non hanno una sanità all'altezza del resto del Paese. I conti della Campania sono migliorati, ma la salute dei campani no e i LEA (Livelli essenziali di assistenza) sono ancora sotto la sufficienza. Da ministro devo garantire la salute dei cittadini prima di ogni valutazione di tipo economico. Se per far quadrare i conti hai sacrificato i servizi sanitari, io non posso dire che la sanità regionale è in sicurezza”.

 
Grillo ricorda come la maggioranza abbia “votato l'incompatibilità della figura di presidente di Regione con quella di commissario straordinario della sanità. Ora dobbiamo passare dalle parole ai fatti. La gestione della sanità in Campania è indifendibile, mi aspetto che la Lega ci sia alleata in questa battaglia. Non si può barattare la salute dei cittadini con valutazioni di strategia politica. Io ci sto mettendo la faccia, il commissariamento non è una scelta comoda, anzi”.

“È una nostra battaglia storica – prosegue il Ministro - . De Luca ne fa una questione di "potere" noi invece una battaglia per i diritti e per la salute. I dati ci dicono che bisogna mantenere il commissariamento e, come dice la legge, di affidarlo a un esperto di politica sanitaria”.
 
E poi Grillo ricorda i problemi della sanità regionale. “Mi devo occupare di episodi di malasanità campana ogni settimana. Si va da problemi quasi di folklore tipo il reparto chiuso per festa all'Ospedale del Mare, alle tragedie sfiorate come il boicottaggio al Cardarelli, fino a episodi assurdi e reiterati come le formiche al San Giovanni Bosco o i topi a Ischia. Il crollo allo storico Ospedale degli Incurabili è l'ultimo simbolico grido d'aiuto di un territorio lasciato ai peggiori da troppi anni. Per De Luca è sempre colpa di qualcun altro. Sono motivi più che sufficienti per individuare un'altra figura che si metta a lavorare seriamente per la salute dei cittadini campani”.
 

09 aprile 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy