Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 17 GENNAIO 2022
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Giornata mondiale HIV. Tsrm e Pstrp: “Per far terminare l’epidemia urgente rimuovere ingiustizie sociali e contrastare le disuguaglianze economiche”


“Come si propone il programma Agenda 2030 dell’OMS, l’infezione da virus HIV risente di ampie implicazioni sociali e culturali condizionando lo screening e la gestione terapeutica. Per chi vive con un’infezione permangono, inoltre, notevoli pregiudizi culturali che limitano i diritti e la conduzione di una vita sociale serena. Esiste poi un’inconsapevolezza, diffusa soprattutto tra i più giovani”.

29 NOV - La Federazione nazionale degli Ordini TSRM e PSTRP, in rappresentanza delle 19 professioni sanitarie, partecipa alle celebrazioni in occasione della Giornata mondiale contro l’AIDS. A quarant’anni di distanza dalla comparsa dell’AIDS, la circolazione del virus HIV è ancora una grave minaccia in tutto il mondo.

In Italia, i dati epidemiologici diffusi dal Centro operativo AIDS (COA) dell’Istituto superiore di sanità indicano che nel 2020 sono state riscontrate 1.303 nuove diagnosi di infezione da HIV, mentre i casi accertati di AIDS risultano essere 352.

“L’AIDS, a tutt’oggi – scrivono dalla FNO TSRM e PSTRP in una nota -, costituisce un problema sanitario di notevole importanza in molte parti del mondo, soprattutto nell’Africa sub-sahariana e nel sud est asiatico. Per porre fine all’epidemia, come si propone il programma Agenda 2030 dell’OMS, a livello globale è urgente la necessità di rimuovere le ingiustizie sociali e contrastare le disuguaglianze sia di tipo economico che culturale. Infatti, seppur i progressi nella gestione clinica dell’AIDS siano evidenti e stiano consentendo di trasformare l’infezione da HIV in una malattia cronica, riducendo in maniera significativa la mortalità associata all'AIDS, l’infezione da virus HIV risente di ampie implicazioni sociali e culturali condizionando lo screening e la gestione terapeutica”.


“Per chi vive con un’infezione da HIV permangono – proseguono dalla FNO TSRM e PSTRP -, inoltre, notevoli pregiudizi culturali che limitano i diritti e la conduzione di una vita sociale serena. Esiste poi un’inconsapevolezza, diffusa soprattutto tra i più giovani, che non conoscono l’AIDS e i suoi effetti e che, con comportamenti a rischio, diventano vettori del virus: la maggioranza delle nuove infezioni è, infatti, ancora dovuta a rapporti sessuali non protetti e nel 2020, l’incidenza più elevata di nuove diagnosi HIV è stata riscontrata nella fascia di età 25-29 anni”.

“Come professionisti sanitari e sociosanitari appartenenti alla Federazione degli Ordini TSRM e PSTRP riteniamo indispensabili azioni tempestive che migliorino la qualità delle diagnosi, l’appropriatezza e la completezza dei trattamenti terapeutici, la promozione della immunizzazione attiva e la profilassi dei soggetti esposti. Altrettanto importanti sono gli interventi nell’ambito della prevenzione, per una corretta informazione ed educazione, agendo in profondità nell’ambito del contesto socioculturale della popolazione. Soltanto – concludono dalla Federazione - attraverso interventi integrati si potrà ridurre la diffusione dell’infezione da HIV che, ancora nel XXI secolo, rappresenta un problema prioritario di sanità pubblica”.

29 novembre 2021
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy