Quotidiano on line
di informazione sanitaria
20 OTTOBRE 2019
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Orario di lavoro. Onotri (Smi): “No a colpi di mano e decreti illegittimi”

Il segretario dice a Governo “basta con turni massacranti e con il precariato ‘selvaggio’. La sanità pubblica italiana nonostante la propaganda, e una certa disinformazione, fa da anni le nozze con i fichi secchi”. Pronti a diffida.

09 NOV - “No a colpi di mano sugli orari di lavoro dei medici: i richiami dell’Europa sono corretti. Basta con turni massacranti e con il precariato “selvaggio”. La sanità pubblica italiana nonostante la propaganda, e una certa disinformazione, fa da anni “le nozze con i fichi secchi”, il nostro Ssn, pur impoverito, ha continuato a funzionare grazie all’abnegazione dei medici e al ricorso costante a contratti atipici e a tempo determinato”. Così interviene nel dibattito il segretario generale Smi, Pina Onotri alla vigilia del prossimo incontro del 10 novembre con l’Aran in tema di orario di lavoro.
 
“Ora – continua Onotri – invece di rimediare e trovare una soluzione strutturale al problema (e ai conseguenti disagi anche per i cittadini) centrata sulla qualità dell’offerta di servizi sanitari e, quindi, su un’organizzazione di lavoro efficace e non precarizzata, si avanza la possibilità di un decreto con l’intenzione di mantenere lo status quo. Un’ipotesi inaccettabile e illegittima. Per questa ragione, pensiamo che sia necessario una risposta unitaria per scongiurare questa eventualità. Come Smi, su iniziativa dell’Aaroi, stiamo definendo in tal senso una diffida, che ci auguriamo raccolga quante più adesioni possibili”.

09 novembre 2015
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy