Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 20 SETTEMBRE 2021
Lettere al direttore
segui quotidianosanita.it

Riformare la sanità in piena pandemia è una follia

di Alberto Rutili

18 FEB - Gentile Direttore,
ho letto e apprezzato, come quasi sempre, il commento di Claudio Maria Maffei all'articolo del Prof. Cavicchi sul ministro Speranza. Una riforma della Sanità è sempre cosa complessissima e pensarla e attuarla in clima di emergenza pandemica, come è la situazione che l’Italia vive da oltre un anno mi sembra da pazzi.
 
Concordo che Speranza è persona "umile" e se sbaglia e ha sbagliato, probabilmente è a causa delle difficili scelte che il CTS è costretto a fare e alle quali si uniforma.
 
Solo poche persone e scienziati in Italia hanno preso in seria considerazione la pandemia nelle fasi iniziali.
 
I più non lo hanno fatto, forse perché "istruiti" dalle precedenti SARS dei primi anni 2000 in cui si sono fatti piani e acquisti, rimasti a invecchiare negli scantinati degli ospedali, e forse per quel senso di potenza e invincibilità della Medicina che negli ultimi decenni circola nella popolazione e anche negli Specialisti.

 
Alberto Rutili
Anestesista Rianimatore Ospedaliero in pensione
Massa MS

18 febbraio 2021
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lettere al direttore

lettere al direttore
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy