Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 07 DICEMBRE 2021
Liguria
segui quotidianosanita.it

Lavoro. Da Giunta 1 milione per disabili e 40 mila euro per il fondo di garanzia per lavoratori esposti a amianto

Il milione di euro servirà ad assicurare l’erogazione di un contributo alle aziende e ai datori di lavoro che hanno effettuato assunzioni entro il 31 dicembre 2015. Il fondo di garanzia fidejussoria servirà per i prestiti a quei lavoratori in attesa del riconoscimento della pensione per chi ha lavorato a contatto con l’amianto.

31 DIC - Approvate dalla giunta regionale, su proposta dell’assessore regionale al Lavoro Giovanni Berrino, due delibere finalizzate a garantire il diritto al lavoro delle persone con disabilità per un totale di 1 milione di euro che serviranno ad assicurare l’erogazione di un contributo alle aziende e ai datori di lavoro che hanno effettuato assunzioni entro il 31 dicembre 2015. A darne notizia un comunicato della Giunta.

Nello specifico, spiega la nota, 735 mila euro sono state destinati al reintegro del Fondo diritto al lavoro persone disabili costituito presso Filse e 277 mila euro sono stati assegnati e ripartiti tra la Città metropolitana di Genova e le province liguri per il Fondo regionale per l’occupazione delle persone disabili. “Nella ripartizione del fondo tra le varie aree territoriali – ha detto l’assessore regionale al Lavoro Giovanni Berrino – si è tenuto conto del numero dei soggetti iscritti al collocamento disabili delle Province e della Città Metropolitana, del numero dei soggetti avviati al lavoro e dell’incidenza degli over 45, che rappresentano nella media regionale oltre il 62% dei disabili iscritti nei centri per l’impiego. Il supporto all’attività lavorativa è un tassello importante dell’inclusione sociale delle persone con disabilità anche nell’ottica del raggiungimento di una almeno parziale autonomia”.


Varata, su proposta dell’assessore Berrino, anche l’integrazione di 40 mila euro per il fondo di garanzia fidejussoria per gli ex lavoratori in possesso di certificazione di esposizione all’amianto. “Una misura – spiega l’assessore Berrino – che va incontro a quei lavoratori che, in attesa del riconoscimento della pensione usufruendo dei benefici previsti per chi ha lavorato a contatto con l’amianto, stipulino con un istituto di credito un contratto per ottenere un prestito rimborsabile di una quota anticipata di quanto verrà poi riconosciuto dall’Inps e che negli ultimi tre mesi non si sono visti ancora riconoscere”.

31 dicembre 2015
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Liguria

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy