Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 17 LUGLIO 2019
Calabria
segui quotidianosanita.it

Calabria. La Giunta ricorre contro la proroga del commissariamento

Sollevato il conflitto di attribuzione dinanzi alla Corte Costituzionale nei confronti della deliberazione del Consiglio dei Ministri del 7 dicembre scorso, con cui è stata disposta  l'ulteriore prosecuzione del commissariamento, percorso affidato al nuovo commissario Saverio Cotticelli.

11 DIC - La Calabria ricorre contro la proroga del commissariamento della Sanità. Lo annuncia una nota della Giunta regionale della Calabria, riunita ieri pomeriggio a Catanzaro alla presenza, tra gli altri, del Presidente della Regione Mario Oliverio, del Segretario generale della Giunta Ennio Apicella e del dirigente del Settore Francesca Palumbo.

“La Giunta regionale – spiega la nota - ha deliberato di sollevare conflitto di attribuzione dinanzi alla Corte Costuzionale nei confronti della deliberazione del Consiglio dei Ministri del 7 dicembre scorso con la quale è stata disposta l'ulteriore prosecuzione dell'istituto del commissariamento statale per i disavanzi del sistema sanitario, in coerenza con quanto rappresentato dal Presidente della Regione ai governi nazionali negli ultimi anni”.

11 dicembre 2018
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Calabria

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy