Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 18 LUGLIO 2019
Cronache
segui quotidianosanita.it

“Qui lavora un medico gay”. Cartello omofobo davanti a studio dentistico in Toscana

La notizia diffusa oggi da Gay.it. A trovare il messaggio appeso sulla porta firmato da un “Organismo di tutela dei pazienti contro le malattie contratte in ambito odontoiatrico” è stato il titolare dello studio che ha poi avvertito il suo collaboratore. Della vicenda si occuperà ora l’avvocato del dentista: “Un attentato alla persona”, ha detto.

07 GEN - "Si porta a conoscenza dei pazienti che qui lavora il dott. xxx. Essendo questo professionista un omosessuale, si pregano i pazienti di prendere le dovute precauzioni (al fine di tutelare la propria salute)". È questo l'inquietante cartello (vedi immagine) che è comparso lunedì 5 gennaio sulla porta di uno studio dentistico di una cittadina toscana. Il dottore citato non è un dipendente dello studio, ma lavora lì come consulente, apprezzato e stimato dai colleghi e dai pazienti.
 
Ne dà notizia il sito web Gay.it che racconta come atrovare il messaggio, firmato da un non noto "Organismo di tutela dei pazienti contro le malattie contratte in ambito odontoiatrico", sia stato il titolare dello studio che, prima di avvertire il suo collaboratore ci ha pensato un po'. Turbato per il ritrovamento – prosegue il racconto - il medico ha pensato a quanto potesse rimanere colpito il destinatario di un messaggio del genere. La notizia è arrivata a casa del dottore, che vive con il suo compagno, ieri sera.


"Siamo senza parole - ha raccontato sempre a Gay.it il fidanzato del dentista (lui, invece, per ora preferisce non parlare ed ha chiesto di rimanere anonimo) -. Non era mai successo niente del genere". "Noi viviamo liberamente, non ci siamo mai nascosti - continua - e questo non ci ha mai portato alcun problema. Il mio compagno, pur non avendolo mai detto pubblicamente, non ha mai fatto mistero del fatto di essere gay, quindi è probabile che sia i pazienti che i colleghi lo sapessero". Difficile dire chi possa essere l'autore del messaggio, che ha probabilmente usato l'intestazione di un organismo del tutto inventato per conferire credibilità al testo.
 
"Il mio ragazzo è specialista in pedodonzia (cioè lavora con i bambini) e ortodonzia - ci ha spiegato ancora - ed è stimatissimo da colleghi e pazienti che sono disposti ad attendere a lungo prima di potersi fare curare da lui. Infatti il titolare dello studio ci ha spiegato di averci pensato tutta la notte prima di decidere di chiamarlo per riferirgli del messaggio, perché sapeva che lo avrebbe ferito. Inoltre ci ha assicurato che non ci saranno conseguenze di nessun genere per lui. E siamo sicuri che sarà così. Parliamo di professionisti seri".


Adesso della vicenda si occuperà il legale del dentista a cui era rivolto il messaggio. "Lo abbiamo chiamato subito, non abbiamo intenzione di lasciare correre - ha concluso il fidanzato -. Secondo il nostro avvocato si tratta di attentato alla persona, alla vita e all'aspetto professionale di una persona. Un fatto gravissimo: il responsabile pagherà per quello che ha fatto".
 
Fonte: Gay.it

07 gennaio 2015
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy