Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 18 AGOSTO 2018
Cronache
segui quotidianosanita.it

Tutto pronto per la prossima Assemblea mondiale Oms. E l’obiettivo che sarà lanciato prevede più sanità per tre miliardi di persone. Pubblicato il World Health Statistics 2018

Un miliardo di persone in più che beneficiano di copertura sanitaria universale; un miliardo di persone in più che sono meglio tutelate dalle emergenze sanitarie; un miliardo di persone in più che godono di una salute e di un benessere migliori: sono gli obiettivi del "triplo miliardo" su cui si articola il programma della 71ª Assemblea mondiale Oms. Pubblicato il volume World Health Statistics 2018 sullo stato della salute mondiale che illustra dati e situazione degli SDG, gli obiettivi di salute sostenibile. WORLD HEALTH STATISTICS 2018.

19 MAG - Dopo un anno in carica, il direttore generale dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, aprirà la settantunesima Assemblea mondiale della sanità la prossima settimana a Ginevra (21-26 maggio) con un ambizioso programma di cambiamento che ha come obiettivo quello di salvare 29 milioni di vite nel 2023.

I ministri della salute e altri delegati dei 194 Stati membri dell'Oms si incontreranno per discutere una serie di questioni, tra cui il 13° programma generale di lavoro, cioè il piano strategico quinquennale dell'Oms per aiutare i paesi a raggiungere gli obiettivi sanitari degli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG).

"Questa è un'assemblea fondamentale per la salute. In occasione del 70° anniversario dell'Oms , celebriamo 7 decenni di progressi della salute pubblica che hanno aggiunto 25 anni all'aspettativa di vita globale, salvato milioni di vite di bambini e fatto enormi progressi nell'eradicazione di malattie mortali come il vaiolo e, presto, la polio", ha detto Tedros.

"Ma l'ultima edizione delle statistiche sanitarie mondiali, appena pubblicata, mostra quanto dobbiamo ancora spingerci oltre: troppe persone stanno morendo di malattie prevenibili, troppe persone sono spinte in povertà per pagare da sole l'assistenza sanitaria e troppe persone non sono in grado di ottenere i servizi sanitari di cui hanno bisogno, il che è inaccettabile", ha aggiunto.


L'Assemblea della Salute della prossima settimana si aprirà sullo sfondo di un nuovo focolaio di Ebola nell'Africa centrale, un duro promemoria che i rischi per la salute globale possono scoppiare in qualsiasi momento e che i fragili sistemi sanitari in ogni paese rappresentano un rischio per il resto del mondo.

Il programma generale di lavoro dell'Oms, concepito per affrontare queste sfide e accelerare i progressi verso gli SDG, è il risultato di 12 mesi di intensi dibattiti con paesi, esperti e partner e si concentra sugli obiettivi del "triplo miliardo":

• 1 miliardo di persone in più beneficiano di copertura sanitaria universale
• 1 miliardo di persone in più sono meglio tutelate dalle emergenze sanitarie
• 1 miliardo di persone in più godono di una salute e di un benessere migliori.

"Stiamo trasformando il modo di lavorare per raggiungere la nostra visione di un mondo in cui la salute è un diritto per tutti, stiamo cambiando il nostro modo di fare business", ha affermato Tedros.

Altri temi che saranno trattati all'Assemblea Mondiale della Sanità di quest'anno includono il lavoro dell'Oms nelle emergenze sanitarie, poliomelite, attività fisica, vaccini, il carico globale contro i morsi di serpente, le malattie cardiache e reumatiche.

La World Health Statistics 2018, l'istantanea annuale dell'Oms sullo stato della salute mondiale, evidenzia che mentre in alcuni settori sono stati compiuti notevoli progressi verso gli SDG, in altre aree i progressi si sono fermati e i guadagni che sono stati fatti potrebbero facilmente andare persi.

Gli ultimi dati disponibili mostrano che:

• Oggi meno della metà delle persone nel mondo riceve tutti i servizi sanitari di cui ha bisogno.

• Nel 2010, quasi 100 milioni di persone sono state spinte all'estrema povertà perché hanno dovuto pagare per i servizi sanitari di tasca propria.

• 13 milioni di persone muoiono ogni anno prima dei 70 anni per malattie cardiovascolari, malattie respiratorie croniche, diabete e cancro, la maggior parte nei paesi a basso e medio reddito.

• Ogni giorno nel 2016, 15.000 bambini sono morti prima di raggiungere il loro quinto compleanno.
 

19 maggio 2018
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy