Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 01 OTTOBRE 2016
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Nuove competenze infermieri. Anaao: “Colpo di mano per ridurre illegalmente quelle dei medici”

L’Anaao Assomed precisa di non essere “pregiudizialmente contraria allo sviluppo delle competenze e della formazione delle professioni sanitarie non mediche”, ma contesta la Bozza di Accordo sugli infermieri che "estende attribuzioni ‘ora solo di competenza della professione medica’”.

12 FEB - Pollice verso dell’Anaao Assomed nei confronti della Accordo relativo al cambiamento delle competenze infermieristiche che, “con singolare fretta, la Commissione Salute delle Regioni ha inoltrato il 6 febbraio, con parere favorevole, alla Conferenza Stato Regioni”. L’accordo, secondo l’Anaao, prevede infatti l’estensione agli infermieri di “attribuzioni ‘ora solo di competenza della professione medica’, come affermato nella nota di accompagnamento”.

“L’Anaao Assomed - precisa il sindacato dei medici dirigenti in una nota - non è pregiudizialmente contraria allo sviluppo delle competenze e della formazione delle professioni sanitarie non mediche, ma non può non rilevare che le modalità di tale procedura configurano una palese invasione delle prerogative legislative statali. Un colpo di mano che rischia di minare l’organizzazione già precaria del sistema sanitario forzando le regole legislative che lo sostengono e rendendo sempre più incerti i confini, e conflittuali i rapporti, tra le professioni, che vanno valorizzate, nel rispetto  delle  regole, insieme con il Servizio Sanitario nel quale operano”.

 
Per l’Anaao, inoltre, stiamo parlando di “un provvedimento in precedenza misconosciuto da molti Assessori che a lungo ne hanno negato la paternità, minimizzando ad esercizi accademici i diversi  documenti prodotti”. “Poiché gli Assessori, o meglio i loro tecnici, intendevano ‘innovare’ e ‘modificare’ competenze professionali, meglio sarebbe stato – secondo l’Anaao - procedere per via legislativa evitando scorciatoie, quasi da ‘terza camera’ sconosciuta alla Costituzione, di sapore elettorale. Senza sfuggire al confronto con le rappresentanze ordinistiche e sindacali dei medici che hanno ripetutamente espresso, in varie sedi, la propria contrarietà ed opposizione al metodo adottato”.
 
“Quando si interviene su competenze e responsabilità di professioni riconosciute – ribadisce e conclude la nota dei medici dirigenti del Ssn - , è necessario operare nel rispetto dei fondamenti dello Stato di diritto e nella ricerca del massimo consenso. Anche per evitare effetti patologici, Ministro della Salute e Regioni hanno l’obbligo di garantire che ogni modifica si muova nei binari della efficacia e della sicurezza dei percorsi assistenziali a tutela della salute dei cittadini e delle competenze della professione medica”.
 

12 febbraio 2013
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Luciano Fassari
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Gennaro Barbieri (Regioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 02.28.17.26.15
(numero unico nazionale)
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy