Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 28 MAGGIO 2016
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Legge di stabilità. Via libera dalla Camera. Da lunedì il testo al Senato per il sì definitvo. Ecco tutte le norme per la sanità

Sono stati 258 i voti favorevoli, 102 i contrari e 3 gli astenuti. Semaforo verde, dunque, da Montecitorio al testo senza emendamenti ed articoli aggiuntivi già approvato dalla Commissione Bilancio. In mattinata il Governo aveva incassato l'ok sulla questione di fiducia posta sul provvedimento. Il ddl tornerà lunedì 23 dicembre al Senato per il terzo e definitivo passaggio. IL TESTO

20 DIC - In serata è arrivato il semaforo verde alla Camera al disegno di legge di stabilità nel testo già approvato dalla Commissione Bilancio. Sono stati 258 i voti favorevoli, 102 i contrari e 3 gli astenuti. L'opposizione non ha mancato di far notare l'elevato assenteismo che ha portato all'approvazione del testo con 258 voti a favore su 630 deputati. In precedenza, nella tarda mattinata, il Governo aveva già incassato l'ok sulla questione di fiducia posta sul provvedimento ottenendo 350 voti favorevoli, 196 contrati e un astenuto. A questo punto il ddl tornerà lunedì 23 dicembre al Senato per il terzo e definitivo passaggio.
 
Ecco una sintesi di tutte le misure per la sanità contenute nel testo (in grassetto le novità introdotte dagli emendamenti proposti nel corso dell’esame alla Camera):

Commi 6 e 7 - Fondi europei
Si prevede che tra le finalità del Fondo di rotazione siano finanziati interventi pilota , per un ammontare di 3 mln nel 2014, 43,5 mln per il 2015/2016, che riguarderanno tra gli altri anche interventi socio sanitari.

 
Comma 70-bis - Misure a favore della Sardegna
Al fine di garantire un adeguato livello di servizi sanitari nella regione Sardegna, interessata dai gravi eventi alluvionali del mese di novembre 2013, a decorrere dal 1° gennario 2014 gli obiettivi finanziari previsti, possono essere conseguiti su altre aree della spesa sanitaria.
 
Commi 77, 78 e 79 – Infortuni sul lavoro, danno biologico e morte sul lavoro
Viene ridotto dal 2014 l’importo dei premi e contributi dovuti per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali (fatte salve alcune specifiche tipologie)  in misura di 1 miliardo per il 2014, 1,1 miliardi per il 2015 e 1,2 miliardi a decorrere dal 2016.
Novità anche per l’indennità a favore dei superstiti in caso di morte sul lavoro. I
 benefici a carico del Fondo sono erogati ai familiari superstiti e, in loro mancanza, a ciascuno degli ascendenti e  dei genitori adottanti o ai fratelli o sorelle se conviventi con l'infortunato.
 
Commi 128 e 129 – Non autosufficienza
Il Fondo per la non autosufficienza e per persone affette da Sla sale a 275 milioni per l’anno 2014.
Inoltre vengono stanziati ulteriori 75 milioni, sempre per il 2014, da destinare espressamente agli interventi per l’assistenza domiciliare ai non autosufficienti e malati di Sla.

 
Comma 134 – Violenza sessuale e di genere
30 milioni in più nel triennio 2014/2016 per il finanziamento del piano di azione straordinaria contro la violenza sessuale di genere.
 
Comma 136 – Finanziamento all’Istituto nazionale di genetica molecolare
Finanziamento  di 1 milione di euro all’INGM per il 2014. Finanziamento di 2 mln di euro per ciascuno degli anni 2014-2015-2016 a favore dell’Istituto Gaslini di Genova.
 
Comma 137 - Mobilità sanitaria internazionale
Al fine di adempiere agli obblighi in materia di assistenza sanitaria all'estero, gli specifici stanziamenti di cui al decreto del Presidente della Repubblica 31 luglio 1980, n. 618, iscritti nello stato di previsione del Ministero della salute, sono incrementati, per l'anno 2014, di 121 milioni di euro. A valere su tali risorse, il Ministero della salute provvede anche agli adempimenti connessi all'assistenza sanitaria in forma indiretta, ferma restando la successiva imputazione degli oneri alle regioni e alle province autonome di Trento e Bolzano. Il termine del 30 aprile 2013 di cui al medesimo comma 86 è prorogato al 31 dicembre 2014.

Comma 140 e 141 - Pay back per le aziende farmaceutiche
Si applicherà dal 1 gennaio 2014 su richiesta delle imprese interessate anche sui farmaci immessi in commercio dopo il 31 dicembre 2006.
Compensazione payback tra Aziende farmaceutiche che costituiscono società controllate e la società controllante.
Disposizione sui farmaci orfani.
  
Comma 142 – Screening neonatale per la diagnosi precoce patologie metaboliche
Stanziati 5 milioni di euro per il 2014 per l’avvio sperimentale nelle Regioni dello screening neonatale per la diagnosi precoce di patologie metaboliche ereditarie per la cui terapia farmacologica e dietetica esistano evidenze scientifiche di efficacia o del fatto che la diagnosi precoce faciliti l’acceso a terapie in sperimentazione.
Integrazione dei bacini di utenza ottimali proporzionati all’indice di natalità.


Comma 144, 145 – Anagrafe nazionale assistiti
Viene istituita l’Anagrafe nazionale degli assistiti al fine di rafforzare il monitoraggio della spesa sanitaria, accelerare l’automazione amministrativa e migliore i servi per i cittadini e la PA. L’Agenzia subentrerà alle anagrafi e agli elenchi degli assistiti delle singole Asl che manterranno però la titolarità dei dati e ne dovranno comunque assicurare l’aggiornamento.
Entro il 30 giugno 2014 con Dpcm saranno stabiliti caratteristiche e operatività dell’Agenzia. Per la nuova Agenzia vengono stanziati 2 milioni per 2014 e 1 a decorrere dal 2015.
Centralizzazione in materia di assistenza sanitaria per il personale navigante.

Quota premiale per le compensazioni tra Regioni e Province autonome (in totale si tratta di 429 mln di euro).
Possibilità per il Mef di trattenere le somme da qualsiasi spettanza della Croce Rossa in caso di sua mancata copertura delle anticipazioni per lei previste.

Comma 146 – Distribuzione gratuita generi alimentari
E’ previsto l’obbligo per gli operatori del settore, inclusi quelli della ristorazione ospedaliera,  di registrazione dell’oggetto, luogo, data, ora e destinatario della fornitura di prodotti alimentari destinati agli indigenti.
Garantire un corretto stato di conservazione, trasporto, deposito e utilizzo degli alimenti, ciascuno per la parte di competenza. Tale obiettivo è raggiunto anche mediante la predisposizione di specifici manuali nazionali di corretta prassi.

Comma 176 – Finanziamento Istituto mediterraneo di ematologia
Previsto un stanziamento di 3,5 milioni di euro a decorrere dal 2014 per l’Istituto mediterraneo di ematologia (IME).
 
Comma 189 – Fitosanitari
Con riferimento all’emergenza derivante dal batterio Xylella Fastidiosa è autorizzata la spesa di 5 milioni per il 2014.
 
Comma 203 – Adroterapia oncologica
Vengono stanziati 3 milioni di euro per il 2014 che andranno al Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica (CNAO), il primo centro ospedaliero in Italia (e il quarto del mondo, dopo gli Stati Uniti, la Germania e il Giappone) espressamente dedicato al trattamento dei tumori mediante l'adroterapia.
 
Comma 216 – Visite medico legali delle Asl
Dal 2014 sarà un decreto dell’Economia, d’intesa con la Stato Regioni, a decidere il riparto delle somme finalizzate ai controlli da parte delle Asl sulle assenze di malattia. Lo stesso emendamento stabilisce inoltre che tali somme saranno vincolate a questo uso esclusivo e che pertanto non potranno essere usate dalle Regioni per altre finalità.
 Ai fini della razionalizzazione del servizio, l'Inps, per la effettuazione delle visite mediche di controllo domiciliari ai lavoratori assenti dal servizio per malattia, si avvale, in via prioritaria, dei medici inseriti nelle liste speciali di cui al periodo precedente.


Comma 246 – Finanziamento ai policlinici universitari privati
Previsto il concorso statale alle attività strumentali dei policlinici universitari privati. In tutto 400 milionidi euro, di cui 50 nel 2014 e poi rate da 35 milioni l’anno fino al 2024. L’erogazione di tali somme è subordinata alla sottoscrizione di protocolli d’intesa tra Regioni e Università “comprensivi della definitiva regolazione condivisa di eventuali contenziosi pregressi”.
 
Comma 247 – Finanziamento Bambino Gesù
E’ rifinanziata l’attività dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù per il 2014 per un totale di 30 milioni.
 
Comma 282 – Costi standard
Stanziati 4 milioni di euro per ciascuno anno nel 2014 e 2015 per completare l’attività di monitoraggio e revisione dei fabbisogni e dei costi standard delle funzioni e dei servizi di Regioni ed Enti locali.
Per le finalità di cui al titolo VI del decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 368, e successive modificazioni, è autorizzata l'ulteriore spesa di 30 milioni di euro per l'anno 2014 e di 50 milioni di euro a decorrere dall'anno 2015.
 
Comma 283 – Cure palliative
Anche se precedentemente respinta dalla Bilancio, ricompare nel maxiemendamento la norma che stabilisce che sono idonei a operare nelle reti per le cure palliative pubbliche o private accreditate i medici che, indipendentemente dal possesso di una specializzazione, alla data dell’entrata in vigore della presente legge documentino un’esperienza almeno triennale nel campo delle cure palliative, previa certificazione dell’attività svolta rilasciata dalla regione sulla base di criteri determinati con Dpcm, su proposta del Ministro della salute, previa intesa con la Conferenza Stato-Regioni.
 
Comma 284 – Aggiornamento del Prontuario ospedale-territorio (PHT) e vendita in farmacia
E’ previsto l’aggiornamento annuale del Prontuario della continuità assistenziale ospedale territorio (PHT) da parte dell’Aifa che dovrà individuare ogni anno un elenco di medicinali che potranno essere dispensati attraverso le farmacie convenzionate. Di conseguenza si provvederà ad abbassare il tetto della spesa farmaceutica ospedaliera e alzare contestualmente quello della territoriale. Si prevede, inoltre, di assegnare i medicinali non coperti da  brevetto e quelli per i quali siano cessate le esigenze di controllo ricorrente da parte della struttura pubblica alla distribuzione in regime convenzionale attraverso le farmacie aperte al pubblico.
 
Comma 285 – Spending review per beni e servizi e immobili della PA
Stabilita una riduzione di spesa per tutte le PA in misura non inferiore a 60 milioni per il 2014, 700 per il 2015 e 1,410 miliardi per gli anni 2016 e 2017 per l’acquisto di beni e servizi e attraverso l’ottimizzazione dell’uso degli immobili.
 

Comma 300, 301, 302, 303 e 304 – Pubblico impiego
Per gli anni 2015-2017 l’indennità di vacanza contrattuale da computare quale anticipazione dei benefici complessivi che saranno attribuiti all’atto del rinnovo contrattuale è quella in godimento al 31 dicembre 2013.
Viene  inoltre sottolineato come “si dà luogo alle procedure contrattuali e negoziali ricadenti negli anni 2013-2014, per la sola parte normativa senza possibilità di recupero per la parte economica”.
Per effetto di queste disposizioni, viene segnalato come le Regioni non debbano tener conto dell’indennità di vacanza contrattuale riferita al periodo 2015-2017.
Il blocco della parte economica dei contratti viene prorogato al 31 dicembre 2014 e, a decorrere dal 1 gennaio 2015, le risorse destinate annualmente al trattamento economico accessorio sono decurtate di un importo pari alle riduzioni operate per effetto del precedente periodo.

 
Comma 320 – Finaziamento Ssn
In conseguenza delle misure sul pubblico impiego il finanziamento a carico dello Stato per la sanità viene ridotto di 540 milioni nel 2015 e di 610 milioni nel 2016.
 
Comma 376 – Assunzioni nelle farmacie pubbliche e nei servizi socio assistenziali
Le farmacie pubbliche e i servizi socio assistenziali potranno differire dalle limitazioni nelle assunzioni di personale, con propria motivata deliberazione, fermo restando l’obbligo di garantire il raggiungimento degli obiettivi di risparmio e contenimento della spesa di personale.
 
Giovanni Rodriquez

20 dicembre 2013
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Luciano Fassari
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Gennaro Barbieri (Regioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Viola Rita (Scienza)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 02.28.17.26.15
(numero unico nazionale)
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy