Quotidiano on line
di informazione sanitaria
15 SETTEMBRE 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Aifa. Lorenzin propone conferma di Pani alla direzione generale

Arrivata oggi sul tavolo della Stato Regioni la proposta del ministro della Salute di confermare Luca Pani a direttore generale dell’Agenzia italiana del farmaco. Pani è alla testa dell’Aifa dal novembre del 2011 quando sostituì Guido Rasi divenuto direttore dell’Ema. Il documento.

19 MAG - Se le Regioni daranno il loro assenso (la proposta è all'ordine del giorno della Conferenza Stato Regioni del 22 maggio), sarà ancora Luca Pani a dirigere l’Agenzia italiana del farmaco fino alla fine naturale del suo mandato fissato al 15 novembre 2016. La conferma dell’incarico proposta dal ministro Lorenzin rientra nel sistema di spoil system cui è soggetta anche la figura del DG Aifa. 
 
Luca Pani, medico, specialista in Psichiatria, esperto di Farmacologia e Biologia Molecolare, è direttore Direttore Generale dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) dal novembre 2011.

La sua attività professionale si è sviluppata lungo diverse direttrici che comprendono, oltre ad un intensa attività di insegnamento e clinica, l'attività regolatoria nazionale e internazionale per la Comunità Europea; la redazione, la valutazione e il coordinamento di Progetti di Ricerca; la pianificazione Strategica e partnership con gruppi di ricerca nazionali ed internazionali; la partecipazione ad Organismi e Comitati di consultazione internazionali. In particolare, tra le numerose cariche ricoperte si ricordano:


dal 2010 è Rappresentante Permanente (Alternate) per l'Italia presso il Comitato per i Medicinali ad Uso Umano (CHMP) e Membro Eletto del Gruppo di Lavoro sul Sistema Nervoso Centrale e del Gruppo di Lavoro per la Consulenza Scientifica (SAWP) dell'Agenzia Europea dei Medicinali (EMA).

Fondatore e membro permanente del Comitato Tecnico Scientifico di Fase 1, la prima Società a capitale interamente pubblico (Regione Autonoma della Sardegna) dedicata alla Farmacologia Traslazionale di studi di Fase-1 (2008-2011).

Membro permanente del Comitato sulle Neuroscienze Cliniche dell'AIFA (2009-2011).

Responsabile dell'Unità Operativa dell'Istituto di Tecnologie Biomediche, prima, e dell'Istituto di Farmacologia Traslazionale, poi, della sede di Pula (Cagliari) del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) (2006 - 2010).

Presidente e A.D. di Neuroscienze PharmaNess Scarl., struttura partecipata dall'Università di Cagliari e dal CNR dedita allo studio, sviluppo e servizi nell'ambito della valutazione preclinica di nuovi principi attivi (2002 - 2010).

Post-doc nell'Universita' dell'Illinois a Chicago (1990-1992) e quindi Associate Professor alla Georgetown University, Washington D.C. (1993-1994) e' attualmente Voluntary Professor all'Universita' di Miami, negli Stati Uniti.

E' Dirigente di ricerca del CNR dal 2002.

Autore di oltre cento pubblicazioni scientifiche con Impact Factor medio pari a 4.5, editore e autore di numerosi volumi dal 1994 ha partecipato in qualità di relatore ad oltre 800 tra conferenze, seminari e tavole rotonde nazionali ed internazionali.

È nato a Cagliari il 26 ottobre 1960, coniugato con due figli.

19 maggio 2014
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy