Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 01 LUGLIO 2016
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Responsabilità professionale. Se la scienza diventa figlia della politica

Potrebbe essere questa la conseguenza della norma inserita nel ddl sulla responsabilità professionale che prevede che le Società scientifiche siano accreditate dal ministero della Salute senza alcun ruolo per l’Ordine professionale

23 NOV - Scienza, coscienza e politica. Nelle ultime settimane si sta definendo rispetto ad atti legislativi di particolare rilievo per la professione medica e sanitaria in genere, la necessità di una rivalutazione nel nostro Paese del ruolo e della valenza istituzionale delle Società scientifiche.
 
Sia nel provvedimento sulla appropriatezza, sia per il tema delle vaccinazioni, si rileva la necessità a margine del parere del Consiglio Superiore di Sanità di un confronto all’interno della professione del valore scientifico di alcune scelte sulla erogabilità e sui sottesi criteri di appropriatezza.
 
E’ immediatamente chiaro che gli Ordini professionali dovrebbero al loro interno validare istituzionalmente le società scientifiche e gli strumenti da loro derivati, quali linee guida e criteri di appropriatezza, anche per dare piena concretezza ai valori insiti nel dovere di competenza che poi rappresentano, in chiave deontologica, le prerogative istituzionali che l’Ordine ha rispetto al comportamento dei professionisti medici e odontoiatri, relativamente a tali aspetti.
 
Oggi alla luce del art.6 del ddl sulla responsabilità professionale si paventa il rischio/opportunità che le Società scientifiche siano accreditate dal ministero della Salute senza alcun ruolo per un organo ausiliario dello Stato, qual è l’Ordine professionale. 

 
E’ chiaro che i successivi provvedimenti ministeriali ne terranno conto ma credo che altro valore avrebbe avuto se tale diritto/dovere fosse stato già ope legis definito. Il rischio è che la scienza diventi figlia della politica, e che la politica figlia, a sua volta, di una visione ragionieristica della tutela della salute prevalga rispetto ai compiti di cura e assistenza dei nostri pazienti.
 
Concludo, con le parole di un grande e incompreso scienziato, Galileo Galilei: “Le verità scientifiche non si decidono a maggioranza”. E aggiungiamo Noi: tantomeno se sono maggioranze politiche.
 
Silvestro Scotti
Presidente Ordine dei medici di Napoli e provincia

23 novembre 2015
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Luciano Fassari
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Gennaro Barbieri (Regioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Viola Rita (Scienza)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 02.28.17.26.15
(numero unico nazionale)
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy