Quotidiano on line
di informazione sanitaria
26 GIUGNO 2016
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Opg. Franco Corleone nominato commissario. Interverrà in Abruzzo, Calabria, Piemonte, Puglia, Toscana e Veneto. De Filippo: “Non è punizione ma aiuto alle regioni in difficoltà”  

Il parere contrario della Regioni non ha fermato il Governo, che oggi ha nominato Francesco Corleone Commissario unico per le procedure necessarie al definitivo superamento degli ospedali psichiatrici giudiziari con il completamento delle Rems. Martedì incontrerà il tavolo per fare il punto. De Filippo: “Nessuna punizione per le Regioni, ma un aiuto per raggiungere gli obiettivi previsti dalla legge. Sul superamento degli Opg il Governo non scherza”

19 FEB - Francesco Corleone è da oggi Commissario unico del Governo per le procedure necessarie al definitivo superamento degli ospedali psichiatrici giudiziari con il completamento delle Rems (residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza) nelle Regioni Abruzzo, Calabria, Piemonte, Puglia, Toscana e Veneto, in esercizio del potere sostitutivo a norma dell’articolo 8 della legge n.131 del 2003. La nomina è stata ufficializzata oggi dal Consiglio dei Ministri, su proposta dei Ministri della Salute Beatrice Lorenzin e della Giustizia Andrea Orlando, confermando così le indiscrezioni dei giorni scorsi sulla scelta di Corleone, già sottosegretario alla Giustizia e Garante dei detenuti per la Toscana.
 
Una scelta “di compenteza”, come sottolinea in questa intervista il sottosegretario Vito De Filippo, che presiede anche il tavolo di Coordinamento del processo di superamento degli OPG istituito presso il ministero della Salute.
 
“Con la nomina di Corleone – ha spiegato De Filippo - portiamo a conclusione il processo - storico nel nostro Paese - di superamento degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari, luoghi unanimemente considerati incivili per un Paese come l'Italia”.


Sottosegretario, ma le Regioni avevano contestato la nomina di un commissario…
Se si arriva al commissariamento è perché il processo non è stato concluso nei termini stabiliti e alcune Regioni hanno dimostrato di avere difficoltà a compiere il passaggio previsto. Molto è stato fatto. Nell’ultimo anno e mezzo tavolo di Coordinamento del processo di superamento degli OPG istituito presso il ministero della Salute - composto da rappresentanti del ministero della Salute, del ministero della Giustizia, delle Regioni e della Magistratura Sorvegliante - ha svolto un lavoro intenso, tanto il numero di persone detenute negli Opg è passato da circa 1.000 di un anno fa a poco più di 100 oggi. Ma il lavoro non è finito. Le Regioni devono comprendere che la nomina del commissario non è una sanzione, ma un aiuto che il Governo vuole offrire,svolgendo, attraverso il commissario, un’opera di affiancamento e accompagnamento nel percorso di superamento degli Opg alle Regioni che hanno registrato difficoltà in questo ambito.

Alcune Regioni, come Veneto e Abruzzo, hanno sostenuto di avere praticamente già risolto il problema. Saranno comunque commissariate?
Il Governo ha confermato il commissariamento di Abruzzo, Calabria, Piemonte, Puglia, Toscana e Veneto. Ovviamente se, nel corso delle verifiche, accerteremo che ci sono Regioni che hanno, nel frattempo, portato a compimento il percorso, faremo uscire quelle stesse Regioni dal commissariamento. E così avverrà a tutte le altre Regioni commissariate man mano che il processo, nei loro territori, sarà concluso. Deve essere chiaro che il Governo non intende tenere in piedi un commissario senza ragione. Ma deve essere altrettanto chiaro che vogliamo raggiungere l’obiettivo del definitivo superamento degli Ogp. E dobbiamo in effetti rilevare si stanno compiendo delle accelerazioni anche in quelle Regioni che avevano dimostrato più difficoltà.

Secondo lei è stata la minaccia del commissariamento a determinare questa accelerata?
Non voglio parlare di minaccia perché, come detto, non c’è stata da parte del Governo alcuna volontà di minacciare o punire le Regioni. Sicuramente, però, le azioni del Governo hanno reso chiaro alle Regioni che sul superamento degli Opg facevamo sul serio.

Come si muoverà ora il Governo e il commissario Corleone?
Già martedì ci sarà un primo incontro tra il tavolo di Coordinamento e il commissario per fare il punto sulla situazione. L’obiettivo è arrivare al più presto al superamento definitivo degli Opg.
 
Lucia Conti

19 febbraio 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Luciano Fassari
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Gennaro Barbieri (Regioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Viola Rita (Scienza)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 02.28.17.26.15
(numero unico nazionale)
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy