Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 15 AGOSTO 2022
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Aggiornamento Lea. De Filippo alla Camera: “Confronto con Mef ancora in corso. Auspichiamo chiusura in prossime settimane”


Così il sottosegretario alla Salute ha risposto oggi in Aula ad un'interrogazione presentata dal presidente del Gruppo di Scelta Civica alla Camera, Giovanni Monchiero, per chiedere lumi sul reale impatto economico del Dpcm. De Filippo ha spiegato: "A seguito di questa concertazione tecnica con il Mef, lo schema del provvedimento sarà trasmesso alla Conferenza Stato regioni e sarà oggetto di valutazione da parte delle Commissioni parlamentari".

10 GIU - "Il confronto con il Ministero dell'economia e delle finanze per la valutazione dell'impatto economico dell'aggiornamento dei Livelli essenziali di assistenza è ancora in corso. La verifica finanziariaè stata particolarmente complessa perché, come è noto, la situazione del Paese si presentava diversificata in termini di erogazione storica dei livelli essenziali di assistenza e, quindi, riallineare il calcolo reale dei costi con i nuovi livelli essenziali di assistenza è assolutamente decisivo e importante proprio ai fini della sostenibilità dell'impatto finanziario". Così il sottosegretario alla Salute, Vito De Filippo, ha fatto oggi il punto sull'iter del Dpcm di aggiornamento dei Lea, rispondendo in Aula alla Camera ad un'interrogazione presentata dal presidente del Gruppo di Scelta Civica alla Camera, Giovanni Monchiero, nella quale si chiedeva lumi sul reale impatto economico del provvedimento.
 
"Assicuro l'onorevole Monchiero - ha concluso De Filippo - che il Ministero della salute quotidianamente sta sollecitando e sta incidendo, anche in termini di tempi, nell'approvazione e nella definizione di questa istruttoria finanziaria, che speriamo veramente si concluda nelle prossime settimane. A seguito, quindi, di questa concertazione tecnica con il Ministero dell'economia e delle finanze, lo schema del provvedimento sarà trasmesso alla Conferenza Stato regioni e sarà anche oggetto di una valutazione e di un parere delle Commissioni parlamentari, com’è noto, da procedura approvata per norma".
 
In fase di replica, Monchiero ha evidenziato la difficoltà di calcolare l'impatto economico di un'iniziativa che afferma un principio, "ma se poi, per ragioni anche solo organizzative, questo principio viene disatteso, è chiaro che l'impatto economico conseguente varierà poi da regione a regione". 
 
"Io credo che siano da apprezzare gli sforzi fatti per migliorare la capacità tecnica nel formulare questa previsione, che, però, questi sforzi debbano anche essere accompagnati da una più chiara e trasparente assunzione di responsabilità. Infatti, se da questa verifica tecnica verrà confermato che l'incremento di spesa non è contenuto nel limite previsto dalla vigente legge di stabilità (Ndr. nella legge di stabilità è stata vincolata una quota pari ad 800 mln), delle due l'una, o si riduce l'elenco dei Lea o si aumenta lo stanziamento. Questa è la sfida che ci attende, signor sottosegretario. Spero che il Governo la voglia assumere in piena trasparenza", ha concluso Monchiero.

10 giugno 2016
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy