Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 27 LUGLIO 2017
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Efedrina e dimagranti. Tar Lazio annulla divieto prescrizione e preparazioni galeniche

Annullato uno dei decreti del ministero della Salute miranti a vietare l’uso di diverse sostanze nelle preparazioni galeniche a fini dimagranti. In particolare si tratta del provvedimento del 2 dicembre 2015. Ad oggi, con il recente decreto dei primi di gennaio di quest’anno, che fa seguito ai 4 decreti del 2015, assommano a 50 le sostanze di cui è vietata la prescrizione e la preparazione galenica a fini dimagranti. LA SENTENZA.

10 GEN - Il Tar del Lazio con una sentenza pubblicata oggi ha annullato il decreto del ministero della Salute del 2 dicembre 2015 con il quale si vietava ai medici di prescrivere preparazioni magistrali contenenti il principio attivo della efedrina, a scopo dimagrante, e ai farmacisti di eseguire preparazioni magistrali contenenti il predetto principio attivo, a scopo dimagrante. La sentenza ha accolto il ricorso presentato dalla Galenic Scientific Association.
 
Per i giudici, in sostanza, le motivazioni che all’epoca hanno indotto il ministero a decidere per il divieto non sono in realtà suffragate da prove sufficienti sulla effettiva nocività per la salute dell’efedrina, in quanto il parere della CTS dell’Aifa alla base della decisione ministeriale “è stato reso sulla base di valutazioni sostanzialmente ipotetiche e in assenza di un qualsivoglia articolato ragionamento circa la probabilità di rischi per la salute”.
 
“Inoltre, non avendo ritenuto il Ministero di costituirsi in giudizio, - scrivono i giudici nella sentenza - nulla è dato sapere in ordine all’unico incombente istruttorio da compiersi presso l’Iss che avrebbe potuto rendere ragione del divieto quantomeno con un minimo fondamento scientifico sganciato da mere supposizioni”.

 
All’Iss, del resto, era stata la stessa CTS dell’Aifa a suggerire al minisyetro di richiedere un parere di merito ai fini dell’adozione di un eventuale divieto di preparazioni magistrali a scopo dimagrante contenenti associazioni di tali farmaci, nonché di verificare ulteriori associazioni utilizzate per lo stesso scopo.
 
Il Tar ha quindi ribadito che il potere dell’amministrazione di vietare l’uso di sostanza nocive per la salute non può però “essere esercitato sulla base di supposizioni, cioè di valutazioni meramente ipotetiche, e richiede comunque, in carenza di letteratura, la ricorrenza di un principio di probabilità del rischio per la salute”.
 
Dal 2015 ad oggi, il ministero della Salute è intervenuto con cinque distinti decreti vietando ben 50 sostanze, tra le quali appunto l'efedrina.

10 gennaio 2017
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Gennaro Barbieri (Regioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy