Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 15 DICEMBRE 2017
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Vaccini obbligatori. Lorenzin: “Pronto decreto per obbligo a scuola. Ne parlerò in Consiglio dei Ministri”. Fedeli: “Obbligo non vada contro diritto all’istruzione”. Ma Renzi spinge per il decreto: “Governo non faccia marcia indietro”

"Ho immaginato che il Ministero della Salute ogni anno darà la lista di quelle che sono le vaccinazioni obbligatorie, superando anche la dicotomia tra vaccinazioni obbligatorie e raccomandate. Questo testo risponde alla necessita' di avere norme uniche in tutta Italia visto che le regioni si stanno muovendo in ordine sparso". Così la ministra della Salute in una trasmissione TV.nel corso della trasmissione televisiva di Rai 2 'Night Tabloid' . Ma sull'annuncio della ministra si sono scatenate diverse polemiche, più o meno alla luce del sole.

11 MAG - "Ho pronto un testo di legge che prevede l'obbligatorietà delle vaccinazioni per l'accesso alla scuola dell'obbligo, con un ampliamento delle vaccinazioni obbligatorie indicate dal nostro ministero. L'ho mandato oggi al presidente del consiglio, Paolo Gentiloni, e lo porterò domani in Consiglio dei ministri per aprire una discussione con i colleghi di Governo in ampio spirito collaborativo. Ovviamente non potrà quindi essere approvato domani, perché necessiterà di approfondimenti. Comincia infatti ora un confronto e con il ministro dell'Istruzione Fedeli c'è un dialogo proficuo da mesi''. Lo ha annunciato la ministra della Salute, Beatrice Lorenzin, intervenendo alla trasmissione televisiva 'Night Tabloid' che andrà in onda questa sera alle 23.20 su Rai2.
 
"Ho immaginato questo decreto - ha proseguito Lorenzin - che pone l'obbligatorietà per l'accesso alla scuola dell'obbligo, con il ministero della Salute che ogni anno dà la lista di quelle che sono le vaccinazioni obbligatorie, superando anche la dicotomia tra vaccinazioni obbligatorie e raccomandate. Tutte le vaccinazioni che sono nel piano vaccinale approvato nei Livelli essenziali di assistenza sono necessarie per la salute delle persone, poi ce ne saranno un gruppo che saranno obbligatorie per l'accesso alla scuola dell'obbligo. Ovviamente questa è una norma che può avere degli aspetti di complessità, per questo l'ho mandata alla presidenza del Consiglio. Spero che ci sia un approfondimento con il ministero dell'Istruzione, che ha il timore che venga leso il diritto all'accesso alla scuola. Ci saranno aspetti che andranno verificati, ma credo che i tempi siano maturi per un dibattito su un livello più alto rispetto a quello che abbiamo avuto fino a oggi. Questo testo risponde alla necessità di avere norme uniche in tutta Italia visto che le regioni si stanno muovendo in ordine sparso".

 
"Finalmente - ha aggiunto - si è compresa nella popolazione l'importanza della vaccinazione e che stare sotto la soglia vaccinale è un vero e proprio pericolo. L'epidemia in atto di morbillo, che oggi ci porta più di 2220 casi, la dice lunga sulle complicanze che ci possono essere, ma pensiamo alle varie malattie che possono arrivare, anche più gravi. Molte Regioni si sono dotate di strumenti normativi che hanno intrapreso questa strada, dalla scuola dell'infanzia, come l'Emilia Romagna, il Lazio e la Lombardia o fino alla materna come ha fatto la Toscana. Siamo pronti per un dibattito più ampio per riportare un'obbligatorieta'".
 
A chi le chiedeva se le vaccinazioni saranno obbligatorie già da settembre, Lorenzin ha risposto: "Ovviamente questa è una valutazione che dobbiamo fare con il Miur. Io so che questa mia proposta non sarà semplice, perché purtroppo c'è ancora una larga parte del popolazione che ritiene di non voler vaccinare i propri figli".

11 maggio 2017
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy