Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 20 AGOSTO 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Governo. Mattarella riceve Casellati e si prende due giorni di riflessione. Intanto sale la tensione nella coalizione di Centro Destra

Le consultazioni portate avanti in queste ultime 48 ore dalla presidente del Senato non sono risultate risolutive. E il capo dello Stato si prenderà ora due giorni di riflessione per decidere il da farsi. Intanto sale la tensione nel Centro Destra. Berlusconi apre ad un accordo con il PD e chiude le porte così al M5S: "Sono assolutamente convinto che questi M5S sono un pericolo per l'Italia e bisogna evitare che prendano il potere". Dura la replica di Salvini: "Berlusconi sbaglia. Nel Centro Destra c'è chi mira solo a distruggere".

20 APR - "Ringrazio tutti i leader per avere avviato una discussione che pur nella diversità di opinioni ha consentito di evidenziare spunti di riflessione politica. Sono certa che il presidente Mattarella saprà individuare il percorso migliore da intraprendere. In questi giorni ho svolto l'incarico che mi è stato affidato con dedizione cercando di favorire il confronto costruttivo tra le forze politiche in grado di verificare la maggioranza parlamentare nel perimetro che ha indicato Mattarella". Lo ha dichiarato la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati al termine dell'incontro con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Quirinale. E il capo dello Stato si prenderà ora due giorni di riflessione per decidere il da farsi.
 
 
Dopo i primi timidi segnali di disgelo ieri tra MoVimento 5 Stelle e Centro Destra, con l'apertura da parte di Luigi Di Maio ad un possibile sostegno esterno al Governo da parte di FI e FdI, oggi si registrano nuove brusche frenate sull'ipotesi di un Esecutivo a trazione Lega e 5 stelle. Poco prima che Casellati prendesse la parola davanti ai cronisti si è infatti registrato un durissimo attacco da parte del leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, contro il M5S: "Per me esiste solo un governo di centrodestra. Tutte le altre ipotesi sono esecrabili e censurabili. Nessuna ipotesi di accordo con un movimento che non è neppure un partito democratico. Sono disgustato, gli italiani hanno votato male. Non vogliamo nessun rapporto. Abbiamo cercato di dare un seguito all'esperienza del centrodestra pensando che fosse utile che qualcuno con la nostra competenza fosse dentro con questa squadra di inefficienti, ma adesso sono assolutamente convinto che questi M5s sono un pericolo per l'Italia e bisogna evitare che prendano il potere". 

 
E, nel gioco dei veti incrociati, ora Berlusconi chiudendo definitivamente ai pentastellati, apre al Partito Democratico: "Sono contrario al no secco al PD per un discorso sul programma. Dal punto di vista della responsabilità e della democrazia, il PD è anni luce davanti ai 5 stelle".
 
Altrettando dure le parole di replica del leader della coalizione di Centro Destra Matteo Salvini nei confronti dell'alleato: "Piuttosto che riportare il Pd al Governo faccio tre passi avanti io. Sbaglia Berlusconi quando dice che gli italiani votano male e sbaglia quando dice che si deve riportare al governo il PD. Non è rispettoso verso gli italiani. E lo fa senza la Lega. Rivendico il mio impegno a voler tenere unito il Centro Destra ma c'è chi mira solo a distruggere".
 
Insomma il livello di tensione nella coalizione è altissima. Ormai è chiaro che l'unica via da percorrere per far nascere un Governo tra Centro Destra e MoVimento 5 stelle è quella che passa da una rottura totale tra Lega e Forza Italia. Vedremo all'inizio della prossima settimana cosa deciderà di fare Mattarella per tentare di risolvere questo rebus e porre fine ad un 'gioco' dei veti che si trascina ormai da 47 giorni.
 
G.R.

20 aprile 2018
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy