Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 13 NOVEMBRE 2018
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Vaccini. L’obbligo è sempre più soft. Grillo: “Termine 10 luglio non perentorio per accesso a scuola. Autocertificazione potrà essere presentata anche dopo”. In arrivo ddl 5Stelle e Lega per riscrivere il decreto Lorenzin. E poi l’annuncio: “Aspetto un figlio e lo vaccinerò”

In conferenza stampa insieme al Ministro dell’Istruzione Bussetti il Ministro della Salute ha illustrato la nuova circolare definita come un atto di "tolleranza burocratica". Ma la vera partita inizierà presto in Parlamento con un ddl di Cinque Stelle e Lega per la modifica della legge Lorenzin. Annunciate poi l'imminente promulgazione del decreto che istituisce l’Anagrafe nazionale e la creazione di un tavolo ministeriale di esperti indipendenti guidati da Vittorio De Micheli. E infine l'annuncio a sorpresa di Grillo: "Aspetto un figlio e lo vaccinerò". LA BOZZA DELLA CIRCOLARELE SLIDE DI SINTESI DELLA CIRCOLARE - IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA

05 LUG - “Il termine del 10 luglio non è perentorio per l’accesso a scuola e l’autocertificazione potrà essere presentata anche dopo”. Così il Ministro della Salute Giulia Grillo durante la conferenza stampa, presente anche il Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti, per la presentazione della nuova circolare (ad ora non ancora trasmessa alle Regioni) sui vaccini, ha chiarito il punto nodale del documento di prossima emanazione che depotenzia di fatto la Legge Lorenzin. Certo, non si potrà però tardare troppo a presentare l’autocertificazione ed essa dovrà in ogni caso essere presentata prima dell’inizio dell’anno scolastico.
 
A motivare la scelta del nuovo Governo “il trend in aumento delle coperture vaccinali per cui è possibile semplificare l’attività amministrativa, senza pregiudizio per l’interesse pubblico alla tutela della salute”.
 
Per Grillo la nuova circolare rappresenta un “grande atto di semplificazione e tolleranza burocratica”. E non manca di dare una stoccata anche al precedente Esecutivo: “Il decreto Lorenzin ha creato una cicatrice nel Paese, le tifoserie, una contrapposizione controproducente. Il Dl non è stato strumento idoneo e sono state necessarie infatti alcune circolari operative che hanno in ogni caso smorzato l’apparato sanzionatorio” originariamente previsto.

 
La circolare “è un atto di sensibilità del Ministro Grillo che dimostra attenzione al bene dei ragazzi e dei rapporti con l’amministrazione”, ha dichiarato il Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti. “L’obiettivo – ha precisato Bussetti – è rendere più semplice la documentazione da presentare per l’accesso a scuola. Quello che presentiamo è un atto di sensibilità nei confronti del mondo delle famiglie”.
 
Cosa succede con la nuova circolare per l’ingresso a scuola. Basta autocertificazione, non perentorio termine del 10 luglio:
- Per i minori da 6 a 16 anni: quando non si tratta di prima iscrizione resta valida la documentazione già presentata per l’anno scolastico 2017-2018, se il minore non deve effettuare nuove vaccinazioni.
 
- Per bambini 0-6 anni e per la prima iscrizione alle scuole (minori 6-16 anni) può essere presentata una dichiarazione sostitutiva di avvenuta vaccinazione.
 
Anagrafe nazionale Vaccini. Il Ministro Grillo ha poi rilanciato sulla costruzione dell’Anagrafe nazionale Vaccini previsto dalla Legge e per cui “a breve è in arrivo il decreto d’istituzione e per cui sono previsti 2 milioni di euro in più”.
L’Anagrafe nazionale avrà come obiettivi quello di acquisire i dati sulle coperture vaccinali per il monitoraggio dei programmi sul territorio e la gestione a livello centrale della comunicazione tra le Regioni sulle vaccinazioni in caso di mobilità interregionale ai fini dell’aggiornamento della scheda vaccinale. Ecco le informazioni che conterrà l’Anagrafe:
 
Cosa conterrà l'anagrafe vaccinale
- Vaccinati e da vaccinare
- Immuni e  non vaccinabili
- Dosi e tempi
 
Trasmissione dei dati
- Dalle Regioni (dati ASL)
- Da AIFA (eventi avversi)
 
Accesso
- Dati aggregati (privacy)
- Trattamento e disciplinare tecnico
 
Istituzione Tavolo Ministeriale di esperti indipendenti sulle vaccinazioni. Grillo in conferenza stampa ha annunciato anche l’avvio di un Tavolo ad hoc che sarà coordinato da Vittorio De Micheli, già vice direttore della sanità piemontese. Il tavolo si comporrà di esperti indipendenti (privi di rapporti finanziari con i produttori di vaccini) scelti da Ministero e Regioni nel mondo professionale, scientifico, istituzionale, sociale, ecc. privilegiando il criterio della competenza rispetto a quello della rappresentanza.
 
Il Tavolo adotterà un metodo di lavoro basato sulla partecipazione e sull'ascolto dei diversi stakeholder nel settore. Inoltre, fornirà un sostegno delle raccomandazioni elaborate sulla base delle evidenze scientifiche disponibili e dichiarazione del grado di affidabilità delle stesse e produrrà evidenze (informazioni, scenari, previsioni, ecc.) a sostegno delle scelte dei decisori.
 
Prezzo vaccini bloccato per 4 anni. In conferenza il Ministro ha anche annunciato che è stata chiesta una ricontrattazione dei prezzi e le “imprese si sono impegnate a non aumentare i prezzi per 4 anni e a fare sconti (alcune anche del 50%) anche su nuove gare”.
 
L’annuncio della gravidanza del Ministro. Ma oggi il Ministro della Salute ha anche annunciato l’arrivo del suo primo figlio. “Se Dio vuole e andrà tutto bene, fra qualche mese avrò un bambino e ovviamente per me sarà mia premura fargli i vaccini esattamente come tutti gli altri cittadini italiani”.
 
La nuova legge in arrivo. Come abbiamo visto la circolare rappresenta una ‘proroga mascherata’ che consentirà, a legge vigente, l’ingresso a scuola presentando anche solo una autocertificazione di avvenuta vaccinazione. Ma è chiaro che la circolare non smonta la legge e chi dovesse presentate autocertificazioni false incorerebbe in ogni caso nelle sanzioni previste dalla Legge Lorenzin: esclusione da scuola per bambini 0-6 anni e multe per i ragazzi delle scuole dell’obbligo (6-16 anni).
 
Insomma, come abbiamo visto ieri anche dai forti commenti di critica provenienti dai supporter M5S, la circolare non basta e il Ministro Grillo ha annunciato che i gruppi parlamentari di Lega e M5S stanno lavorando ad un Ddl: “La legge va modificata. Non manterremo un’obbligatorietà come quella di oggi. Vogliamo creare forme di obbligatorietà flessibili che si adattino alle reali esigenze sia della popolazione sia dello scorrere del tempo, visto che le coperture vaccinali cambiano”. Sui tempi Grillo si augura velocità “spero che il ddl di modifica venga presentato già la prossima settimana”. L’ipotesi base è quello di partire dal Ddl Taverna della scorsa legislatura.
 
Chiarimento con Salvini. Dopo gli scontri delle scorse settimane con il vicepremier che aveva parlato della dannosità dei vaccini il Ministro getta acqua sul fuoco: “Con Salvini ci siamo confrontati sull’importanza della prevenzione vaccinale, lui ha fatto vaccinare i suoi figli, anche lui ne è convinto, altrimenti non li avrebbe fatti vaccinare”.
 
L.F.
 
  

05 luglio 2018
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy