Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 23 SETTEMBRE 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Mozione 5 Stelle e Lega per blindare il rapporto spesa sanitaria/Pil e garantire comunque incrementi annui “anticiclici” 

Presentata alla Camera da un nutrito gruppo di parlamentari dei due partiti di Governo (prima firmataria la pentastellata e presidente della Commissione Affari Sociali Lorefice) la mozione prende spunto dai dati dell’ultimo Rapporto Gimbe e chiede di mettere in sicurezza i budget per la sanità pubblica. IL TESTO DELLA MOZIONE.

02 LUG - Una soglia minima del rapporto spesa sanitaria/Pil e fissazione di un incremento percentuale annuo anche in funzione “anticiclica” per garantire comunque “le esigenze di pianificazione e organizzazione degli interventi necessari in sanità nel rispetto dei princìpi di equità, solidarietà e universalismo che da 40 anni caratterizzano il servizio sanitario nazionale”.
 
Lo chiedono in una mozione presentata alla Camera Movimento Cinque Stelle e Lega prendendo spunto dai risultati dell’ultimo rapporto Gimbe sulla sanità e in particolare dopo l’inserimento nella bozza di Patto per la Salute della clausola di salvaguardia che aggancia gli aumenti del fondo sanitario stabiliti nella legge di Bilancio 2019 al quadro di equilibrio della finanza pubblica.
 
Per i parlamentari, prima firmataria è la presidente della Commissione Affari Sociali Marialucia Lorefice (M5S), “la sostenibilità economica del servizio sanitario nazionale non può e non dovrebbe passare attraverso una compressione del diritto alla salute e la riduzione di risorse economiche e umane necessarie per l'affermazione di tale diritto e la certezza delle risorse è condizione ineludibile per attuare una seria programmazione degli interventi in sanità”.

 
Da qui la richiesta della mozione al Governo affinché si impegni:
 
1) ad adottare iniziative per salvaguardare il servizio sanitario nazionale pubblico e universalistico, garantendo una sostenibilità economica effettiva ai livelli essenziali di assistenza attraverso un adeguato finanziamento del fondo sanitario nazionale, assicurando altresì la certezza delle risorse ad esso destinate, nonché ad intraprendere iniziative volte a un recupero di risorse economiche adeguate;
 
2) a valutare la necessità di adottare le opportune iniziative affinché, da un lato, sia definita una soglia minima del rapporto spesa sanitaria/prodotto interno lordo, dall'altro sia fissato un incremento percentuale annuo in termini assoluti del fabbisogno sanitario nazionale, anche in funzione anticiclica in caso di riduzione del prodotto interno lordo, al fine di garantire le esigenze di pianificazione e organizzazione degli interventi necessari in sanità nel rispetto dei princìpi di equità, solidarietà e universalismo che da 40 anni caratterizzano il servizio sanitario nazionale.

02 luglio 2019
© Riproduzione riservata

Allegati:

spacer La mozione

Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy