Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 04 AGOSTO 2020
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Manovra. Le Regioni in audizione chiedono garanzie su risorse fondo sanità per 2022 e di aumentare la spesa per il personale Ssn

di Luciano Fassari

Audizione presso le commissioni Bilancio riunite di Camera e Senato per gli Enti locali che apprezzano l’aumento di 2 mld del Fsn 2020 e di 2 mld per l’edilizia sanitaria ma chiedono garanzie sul Fsn 2022 e l’innalzamento del tetto di spesa per il personale. Tra le richieste anche la riforma di Aifa, Agenas e Iss, l’estensione del Servizio 112 NUE a tutte le Regioni e trovare una soluzione a regime del tema «Emotrasfusi». IL DOCUMENTO

11 NOV - “Sul fondo sanitario nazionale avremmo bisogno dell’assicurazione del finanziamento anche per l’anno 2022 e poi occorre una riduzione dei vincoli per la spesa per il personale”. Sono queste le principali richieste formulate dalle Regioni in audizione presso le commissioni Bilancio riunite di Camera e Senato sulla Manovra in cui gli Enti locali hanno apprezzato l’aumento di 2 mld del Fsn 2020 e di 2 mld per l’edilizia sanitaria.
 
La delegazione delle Regioni era composta da Davide Carlo Caparini (Assessore al Bilancio della Regione Lombardia e coordinatore della Commissione Affari Finanziari della Conferenza delle Regioni), Alessandra Sartore (Assessore al Bilancio della Regione Lazio e coordinatrice vicaria della Commissione Affari Finanziari della Conferenza delle Regioni), Gaetano Armao (Vice Presidente della Regione Siciliana).

“È urgente un nuovo accordo sul Patto Salute 2019-21 che non può non essere aggiornato sulla base della proiezione pluriennale della manovra statale in quanto manca il finanziamento per l’anno 2022 – ha ricordato Alessandra Sartore  – e la stabilizzazione della crescita del fondo potrebbe garantirci in ogni caso il rinnovo dei contratti e l’applicazione a regime dei nuovi Lea”.

 
Inoltre le Regioni chiedono anche la riduzione dei vincoli per la spesa per il personale perché “abbiamo dei problemi di spazio sul Fondo sanitario. È un aspetto molto importante perché con Quota 100 moltissime persone stanno andando in pensione ed è anche fondamentale per la salute dei nostri cittadini. Abbiamo bisogno di nuove assunzioni anche perché siamo stati bloccati per anni e ancora peggio è stato per le Regioni commissariate e in Piano di rientro”. Per questo le Regioni chiedono di alzare il tetto di spesa dal 5% sulla spesa del 2018 al 10%.
 
Non solo, le Regioni reclamano anche di ridurre i vincoli alla destinazione delle risorse, una nuova governance delle politiche sul personale (fabbisogni formativi art. 22 Patto per la salute). Chiesta anche una nuova governance delle politiche e della spesa per il farmaco e di riformare le Agenzie Nazionali (Aifa, Agenas) e l’Istituto Superiore di Sanità. Tra le proposte anche quelle per lo sviluppo della ricerca biomedica a supporto dell’assistenza e delle politiche di investimento, l’estensione del Servizio 112 NUE a tutte le Regioni e una soluzione a regime del tema «Emotrasfusi».
 
Luciano Fassari
 

11 novembre 2019
© Riproduzione riservata

Allegati:

spacer Il documento

Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy