Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 02 APRILE 2020
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Abolizione esame di Stato per Medicina. “Chi ha ottenuto idoneità a tirocinio è già abilitato”. La circolare del Mur

Il Ministero dell’Università ha appena emanato una circolare con i chiarimenti e il percorso di attuazione della norma inserita nel Dl 18/20. Per chi non ha completato il tirocinio si è invece in attesa di un Decreto del Ministro (probabile nei prossimi giorni) cui poi seguiranno i decreti rettorali che modificheranno il regolamento didattico di Ateneo. LA CIRCOLARE

25 MAR - I laureati in Medicina in possesso giudizio di idoneità del tirocinio pratico valutativo sono da “ritenersi abilitati alla professione”. È quanto precisa il Ministero dell’Università in una circolare con i chiarimenti e il percorso di attuazione della norma inserita nel Dl 18/20 che ha abolito l’esame di Stato per l’abilitazione alla Professione medica.
 
Per coloro che ancora non si sono laureati a breve sarà emanato un Decreto del Ministro, a seguito del quale Università potranno procedere direttamente, con proprio Decreto rettorale, alla corrispondente modifica del Regolamento didattico di Ateneo (disciplinante gli ordinamenti dei singoli Corsi di Studio della Classe LM/41-Medicina e Chirurgia) che, in termini di valore abilitante del titolo accademico rilasciato, produrrà i sui effetti immediatamente, quindi per tutti i titoli rilasciati da quel momento in poi.
 
Nella circolare poi si fa anche riferimento allo svolgimento per l’anno 2020 delle sessioni di tirocinio pratico-valutativo. Il Ministero precisa che “alla luce delle difficoltà operative derivanti dall’emergenza in atto, si comunica che la data di avvio della prima sessione del tirocinio pratico-valutativo prescritto è fissata al 22 giugno 2020, ciò anche al fine di consentire a tutti i laureati della sessione straordinaria di esame finale a.a. 2018/2019 (prorogata fino al 15 giugno 2020 dall’art. 101, c. 1, del D.L. n. 18/2020), di prendervi parte”.

 
Infine nella circolare si conferma che “il versamento della tassa erariale di ammissione agli esami di Stato per l'abilitazione professionale di € 49,58 si ritiene resti comunque dovuto essendo comunque rimasta ferma in tutti questi casi un processo di valutazione, con apposito giudizio, finalizzato al conseguimento dell’abilitazione professionale”.
 
L.F.

25 marzo 2020
© Riproduzione riservata

Allegati:

spacer La circolare

Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy