Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 06 OTTOBRE 2022
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Le Parafarmacie scrivono a Napolitano: “Basta discriminazioni nei nostri confronti”


Il presidente del Forum nazionale Scioscia lancia un appello al capo della Stato nella speranza che “la Sua mediazione ancora una volta possa essere decisiva per determinare il successo di un tentativo oramai dalla politica italiana ritenuto perdente”. 

09 MAG - Un appello per sensibilizzare anche la prima carica dello Stato sulle discriminazioni ingiustificate e arbitrarie operate nei confronti delle parafarmacie italiane: e' quanto contenuto nella lettera inviata al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano dal numero uno delle Parafarmacie Giuseppe Scioscia. 
 
“Siamo farmacisti laureati, iscritti all'ordine e siamo inoltre assoggettati a regole, controlli e requisiti strutturali equiparabili a quelli vigenti per le farmacie: Presidente intervenga, con la speranza - scrivono le Parafarmacie,  - che la Sua mediazione ancora una volta possa essere decisiva per determinare il successo di un tentativo oramai dalla politica italiana ritenuto perdente”. 
 
Nella lettera  il dito e' puntato su una classe politica che sta lasciando morire un "esercito di giovani e giovanissimi che ha investito forza, coraggio e risparmi in un progetto che e' da subito sembrato una possibilità di crescita professionale altrimenti insperata". Eppure, concludono le Parafarmacie,  a dispetto di una tale miopia, "tre TAR italiani hanno ritenuto ingiustificate e arbitrarie le discriminazioni operate nei nostri confronti ed hanno rimesso la questione alla Corte di Giustizie dell'Unione europea". 

09 maggio 2013
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy