Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 16 LUGLIO 2019
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

L’Ema “arruola” i medici di famiglia. Costituita una task force per rafforzare l’interazione con l’Agenzia europea del farmaco sulla gestione dei medicinali

Tra gli obiettivi decisi in un workshop a Londra, quello di aiutare l’Ema ad acquisire una migliore comprensione di come i farmaci vengono utilizzati nella vita reale. Il workshop ha portato alla creazione di un gruppo di esperti di medicina generale, inizialmente composto da 20 rappresentanti che supporteranno l’Agenzia. Per l'Italia presente Marrocco della Fimmg.

28 APR - L'Agenzia europea per i medicinali (Ema) ha organizzato un workshop con i rappresentanti dei medici di famiglia europei, al fine di esplorare nuovi modi di interagire con questi fornitori di cure primarie negli Stati membri dell'UE e coinvolgerli ulteriormente nell’attività dell’Agenzia.
 
“I medici di medicina generale e i medici di famiglia hanno un ruolo chiave nella cura del paziente; spesso hanno il primo contatto con il paziente e lo accompagnano per tutta la vita” , ha spiegato il direttore esecutivo EMA Guido Rasi durante il workshop. “Questo è il motivo per cui vogliamo coinvolgerli di più nelle nostre attività con le loro conoscenze ed esperienze sul modo in cui un farmaco viene usato e risponde alle esigenze del paziente nella vita reale e come essi siano in grado di dare notevoli informazioni per il nostro processo decisionale”.
 
Venti rappresentanti delle tre principali organizzazioni - il Forum europeo per la Primary Care (EFPC), l'Unione Europea di Medicina Generale (MMG) / medici di famiglia (UEMO) e l'Organizzazione Mondiale della Nazionale Collegi, accademie e associazioni accademiche di Medicina Generale / Family Physicians (WONCA) l'Europa - hanno partecipato al laboratorio. Per l’Italia era presente Walter Marrocco (Fimmg).

 
Tutti i partecipanti hanno convenuto che rafforzare l'interazione sarà:
 
- aiutare EMA ad acquisire una migliore comprensione di come i farmaci vengono utilizzati nella vita reale e il potenziale impatto delle azioni normative specifiche sulla cura del paziente;
 
- sensibilizzare i medici di medicina generale su come possono informare e discutere le normative sui benefici e rischi dei farmaci in modo che le decisioni tengano conto della realtà della pratica clinica.
 
Il workshop ha portato alla creazione di un gruppo di esperti di medicina generale, inizialmente composto da 20 rappresentanti che hanno partecipato alla riunione, che a loro volta fungono da facilitatori e comunicare alle loro comunità più ampie. 
 
Questo nuovo gruppo sarà coinvolto in una vasta gamma di attività dell’Ema ogni volta che sarà necessario un feedback specifico. Questo include contributi alla consulenza scientifica ad Ema per gli sviluppatori di farmaci, l’ingresso sul mercato e l'impatto sui pazienti di misure di minimizzazione del rischio e revisione delle informazioni sui prodotti e la diffusione delle informazioni ai loro reti nazionali e pazienti.

28 aprile 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy