Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 29 OTTOBRE 2020
Regioni e Asl
segui quotidianosanita.it

Lazio. Per i nuovi DG Asl e Ao in lizza 663 candidati. Li valuterà l'Agenas


Si è chiusa oggi la prima fase di selezione. Una commissione di tre esperti formulerà una short list di 50 nomi. Zingaretti: "E' finita l'epoca delle raccomandazioni". E fissa una road map. "A luglio convention con Lorenzin e Bissoni, a settembre illustreremo i 4 pilastri su cui costruire un nuovo modello". 

04 LUG - Procede a pieno ritmo l’iter di selezione per i 21 direttori generali delle Asl del Lazio. Sono stati 945 i manager che hanno inserito i propri dati nell’apposita piattaforma informatica. Tra questi, in 128 non hanno concluso l’istruttoria di preregistrazione, mentre i restanti 817 hanno portato a termine la prima fase. E alla scadenza della presentazione delle domande, fissata per oggi alle ore 12.00, le richieste in regola sono state 663. I dati sono stati illustrati in una conferenza stampa tenuta dal governatore Nicola Zingaretti.

“A questo punto – ha spiegato il presidente – le istanze saranno valutate da una commissione già composta e costituita da tre membri indicati dall’Agenas. La legge nazionale consente alla Regione di esprimere due membri, ma in nome della trasparenza abbiamo affidato all’Agenas la scelta di tutti e tre”. Le personalità individuate sono i professori Marco Frey della Scuola superiore S. Anna di Pisa, Francesco Longo, docente della Bocconi e membro della commissione nazionale Siveas e Franco Riboldi, già direttore del Meyer di Firenze e con esperienze in altre regioni per quanto riguarda la selezione dei direttori generali. A loro spetterà il compito di analizzare le domande, procedere alla formazione dell’elenco idonei e, infine, formulare una short list di 50 nomi.


“Tutta la documentazione relativa ai candidati sarà pubblicata su internet – ha sottolineato Zingaretti – In questo modo apriamo una fase innovativa, all’insegna della trasparenza. Voglio poi chiarire a tutti di non chiedere raccomandazioni, perché non ne facciamo. Siamo stanchi di promuovere una classe dirigente che va avanti soltanto sulla base di raccomandazioni e non grazie alla qualità e ai risultati”. La short list sarà “pronta dopo l’estate. Il ricambio avverrà a scadenza degli incarichi. Qualora ci fossero incongruenze o commissariamenti valuteremo in corso d’opera se si potrà procedere prima della scadenza naturale. In ogni caso avremo una lista nuova da cui attingere per le nomine”.

Il percorso non terminerà però con la scelta dei direttori generali. L’operato dei dirigenti sarà infatti soggetto a un monitoraggio costante. “Non valuteremo soltanto l’aspetto economico e quindi la capacità di far quadrare i conti – ha precisato il governatore – Procederemo anche a esaminare la qualità dei servizi erogati nella varie Asl tramite una scala di valutazione in centesimi. Per mantenere il posto bisognerà raggiungere almeno settanta punti”. Previsto anche un meccanismo di incentivi. “Abbiamo deciso di introdurre un premio di produttività pari al 7%. Sarà uno stimo ulteriore per i direttori generali”.

Gli obiettivi indicati da Zingaretti sono ambiziosi e non riguardano soltanto la selezione della classe dirigente. “Vogliamo rendere il Lazio la punta di diamante di un nuovo modello di sviluppo della sanità”. Ed è proprio in quest’ottica che il presidente ha tracciato una vera e propria road map “Il 21 luglio sarò in audizione presso la commissione Sanità per valutare se dedicare, dopo la pausa estiva, una discussione sull'eventuale presenza della Regione nei Piani di rientro". La seconda tappa sarà il 25 luglio, "con un appuntamento collegiale rivolto agli operatori per presentare la nostra idea di sanità che sarà concluso dal presidente dell'Agenas, Giovanni Bissoni, e dal ministro Beatrice Lorenzin". Infine a settembre "organizzeremo un grande convegno tematico in cui indcheremo i quattro pilastri su cui fondare il nostro impianto: prevenzione, integrazione sociosanitaria, assistenza domiciliare e potenziamento del territorio". 

04 luglio 2013
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Regioni e Asl

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy