Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 06 DICEMBRE 2021
Regioni e Asl
segui quotidianosanita.it

Vaccini Covid. L’autopsia su insegnante deceduto a Biella sembra scagionare AstraZeneca


Per conoscere le cause del decesso bisognerà attendere l’esito delle analisi sui tessuti prelevati, ma dall’autopsia eseguita stamani sull’insegnante del biellese non sarebbero emersi trombi né legami evidenti tra il decesso e il vaccino. Ad eseguire l’esame Roberto Testi, medico legale e presidente del Comitato tecnico-scientifico dell'Unità di crisi della Regione Piemonte per l'emergenza Coronavirus.

16 MAR - È stata eseguita questa mattina l'autopsia di Sandro Tognatti, l'insegnante di musica del biellese morto circa 15 ore dopo la somministrazione di una dose del vaccino Astrazeneca. L'esame, durato più di due ore, è stato effettuato da Roberto Testi, medico legale e presidente del Comitato tecnico-scientifico dell'Unità di crisi della Regione Piemonte per l'emergenza Coronavirus. Per conoscere i primi risultati bisognerà però attendere l'esito, nei prossimi giorni, delle analisi sui tessuti prelevati ma l’edizione torinese del Corriere della Sera riferisce che da una prima osservazione non sono emersi trombi né altri legami evidenti tra il decesso e il vaccino. Ad uccidere Tognatti, 57 anni, potrebbe essere stato un infarto avvenuto solo casualmente poche ore dopo la somministrazione.

Sulla morte di Tognatti la Procura di Biella ha aperto un fascicolo per omicidio colposo e carico di ignoti. Nel frattempo il decesso registrato a Biella, insieme ad altri casi sospetti registrati in Europa, ha portato alla sospensione dell’uso del vaccino in molti Paesi, compresa l’Italia.

16 marzo 2021
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Regioni e Asl

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy