Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 19 OTTOBRE 2019
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Nuovo farmaco ‘dimagrante’: parere positivo del CHMP

Semaforo verde del Committee for Medicinal Products for Human Use dell’EMA, in occasione dell’ultima seduta dell’anno, per l’associazione naltrexone/buproprione, indicata per perdere peso, come coadiuvante di dieta ed esercizio fisico

22 DIC - Sembra una notizia dedicata a chi si è già lanciato sui buoni propositi per l’anno nuovo, in cima ai quali spicca naturalmente la dieta spartana post-bagordi natalizi. Il CHMP dell’agenzia regolatoria europea ha infatti appena raccomandato l’immissione sul mercato dell’associazione naltrexone/bupropione, un farmaco da utilizzare come coadiuvante delle diete e dell’attività fisica, nei soggetti adulti obesi o in sovrappeso.
 
Il prodotto, che sarà disponibile solo su prescrizione medica, è destinato agli adulti con un indice di massa corporea uguale o superiore a 30 Kg/m2 (obesi) o con indice di massa corporea tra 27 e 30 Kg/m2 (sovrappeso), in presenza di una o più complicanze correlate al loro peso (es. diabete di tipo 2, ipercolesterolemia o ipertensione).
 
L’associazione  naltrexone/bupropione è formulata in compresse a rilascio prolungato; le due sostanze, prese singolarmente, erano già approvate nell’UE per altre indicazioni. I due principi attivi agiscono sulle aree cerebrali responsabili del controllo dell’appetito e del consumo energetico, oltre che sui circuiti di ‘reward’ associati con l’assunzione del cibo.

 
L’efficacia del farmaco è stata testata con 4 studi, condotti su pazienti obesi e in sovrappeso, con o senza patologie correlate all’eccesso di peso e trattati per un anno. A tutti i soggetti arruolati veniva richiesto di modificare il proprio stile di vita, seguendo una dieta ipocalorica e facendo regolare attività fisica. In tutti gli studi effettuati, le persone trattate con l’associazione naltrexone/bupropione hanno ottenuto una perdita di peso clinicamente rilevante e superiore rispetto ai soggetti trattati col placebo.
 
Gli effetti collaterali sono stati rilevati principalmente a carico del sistema nervoso centrale e del tratto gastro-intestinale. Resta inoltre ancora da sciogliere qualche incertezza sugli effetti cardiovascolari a lungo termine; per questo c’è grande attesa per i risultati di uno studio sugli outcome cardiovascolari, attualmente in corso, i cui risultati ad interim sembrano tuttavia rassicuranti. Ed è già previsto un secondo studio che continuerà a monitorare la safety cardiovascolare del farmaco per un periodo ancora più prolungato.
 
Il CHMP raccomanda che i pazienti che assumono l’associazione naltrexone/bupropione vengano rivalutati a distanza di 16 settimane dall’inizio del trattamento. Se per quell’epoca il paziente non avrà perso almeno il 5% del peso iniziale, il trattamento dovrà essere sospeso.
 
L’opinione del CHMP è stata inviata alla Commissione Europea per l’adozione di una decisione di autorizzazione all’immissione sul mercato, valevole per tutti i Paesi dell’Unione Europea. Le decisioni inerenti a prezzo e rimborso verranno invece prese individualmente dai singoli Paesi. Il farmaco è prodotto dalla Orexigen Therapeutics Ireland Limited.
 
Maria Rita Montebelli
 

22 dicembre 2014
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy