Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 08 FEBBRAIO 2023
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Farmaci nel dark web. È allarme OEDT ed Europol. In Europa mercato da 80 milioni di euro

di Axel Bugge

In Europa i due terzi dei traffici illeciti nel dark web riguardano i farmaci. E il fenomeno è in crescita. Il  “mercato oscuro” muove, solo per i farmaci, 170 miloni di Euro all’anno nel mondo e 80 nel Vecchio Continente. OEDT ed Europol lanciano l’allarme

30 NOV - (Reuters Health)- Secondo un rapporto dell’Osservatorio  europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (OEDT), redatto con Europol, il commercio illegale di farmaci sul dark web sta crescendo rapidamente nonostante le autorità chiudano i principali mercati come AlphaBay. Le bande criminali diversificano i loro traffici e cercano nuovi clienti online.

Il rapporto, che è il primo del suo genere ad analizzare il commercio di medicinali sul dark web in Europa, ha  mostrato che i mercati online stanno diventando sempre più sofisticati e offrono un numero crescente di prodotti illegali agli acquirenti. Il dark web, o darknet, è una parte di Internet che si trova al di fuori della  portata dei motori di ricerca.  Gli utenti sono in gran parte anonimi e irrintracciabili e pagano  principalmente con criptovalute come i bitcoin.

Farmaci, due terzi del traffico nel darknet
Due terzi delle transazioni sul dark web riguardano farmaci, afferma il rapporto di Europol e di OEDT. I più  grandi mercati europei sono Germania, Gran Bretagna e Paesi Bassi. Gli utenti utilizzano anche i mercati sul dark web per acquistare armi, esplosivi e strumenti di hacking. Le contromisure della polizia, come la  chiusura dei mercati AlphaBay e Hansa da parte delle autorità europee e statunitensi negli ultimi mesi, fermano i criminali per  un pò di tempo, ma poi vengono rapidamente aperti nuovi siti e gli affari  proseguono, afferma il rapporto. “Nonostante il risultato positivo ottenuto dalla chiusura di AlphaBay e  Hansa, coloro che sono coinvolti nel commercio di farmaci online resistono e  sono in grado di  riorganizzarsi rapidamente”, ha dichiarato il capo dell’Europol, Rob Wainwright.

Un mercato da 170 mln di Euro
Nel periodo tra il 2011 e il 2015, farmaci per un valore di oltre 170 milioni di euro (201,16milioni di dollari)  sono stati venduti tramite il dark web in tutto il mondo. Quasi 80 milioni di euro vale il mercato della sola Europa.  Sebbene questa sia una  piccola parte delle dimensioni del mercato fisico dei farmaci, Wainright ha  affermato che il numero di prodotti offerti è “in crescita esponenziale”. C’erano 350.000 prodotti in vendita su AlphaBay e Hansa, più di cinque volte di quanti  ne fossero disponibili nel 2013 in un altro noto mercato dark, Silk Road. Oggi ci sono 14 mercati del dark web in funzione con nomi come “Darknet Heroes League” e ‘House of Lions market’. “I venditori e gli acquirenti  migrano rapidamente verso nuove piattaforme”, afferma il rapporto, aggiungendo che la maggior parte dei siti darkweb sopravvive meno di un anno.

Fonte: OEDT

Axel Bugge

(Versione italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

30 novembre 2017
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy