Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 01 MARZO 2021
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Influenza. Picco ormai raggiunto. Dall’inizio del monitoraggio stimati quasi 3,9 milioni di casi. E quest’anno si teme un aumento della mortalità correlata


Pubblicato il secondo bollettino settimanale Influnet del 2018. Stimati 832mila nuovi casi (318mila in più dello scorso anno) ma per gli esperti la lieve flessione della curva endemica fa ben sperare che le ultime due settimane appena trascorse possano rappresentare il picco epidemico stagionale. IL BOLLETTINO INFLUNET.

18 GEN - Nella seconda settimana del 2018 il numero di casi di influenza è stabile rispetto alla settimana precedente e la lieve flessione della curva epidemica fa ben sperare che le ultime due settimane rappresentino il picco epidemico stagionale.
 
Lo segnala l’ultimo bollettino Influnet relativo alla settimana dall’8 al 14 gennaio 2018.
 
Il livello di incidenza in Italia è comunque ancora “Molto Alto” ed è pari a 13,73 casi per mille assistiti.
 
La fascia di età maggiormente colpita è quella dei bambini al di sotto dei cinque anni in cui si osserva un’incidenza pari a circa 30,8 casi per mille assistiti e quella tra 5 e 14 anni pari a 15,9.
 
L’incidenza nei giovani adulti è pari a 13,8 e negli anziani a 7,8 casi per mille assistiti.
 
Il numero di casi stimati in questa settimana è pari a circa 832.000, per un totale, dall’inizio della sorveglianza, di circa 3.883.000 casi. Nello stesso periodo della scorsa stagione i casi stimati erano stati 514mila per un totale di 2.964.000 casi. Dati che confermano che l’influenza quest’anno ha colpito più duramente, almeno fino ad ora.

 
In tutte le Regioni italiane il livello di incidenza è pari o superiore a dieci casi per mille assistiti tranne in Friuli V.G., Veneto e P.A. di Bolzano.
 
E che l'influenza di quest'anno sia più pericolosa ce lo ha confermato anche la dottoressa Caterina Rizzo dell'Iss che, da noi contattata in serata per un commento sugli ultimi dati, ci ha detto di temere un numero più elevato di decessi correlati rispetto a quelli normalmente registrati nella media pari a circa 8mila l'anno. Lo confermerebbero infatti le segnalazioni provenienti dalle Regioni sui casi di morte conseguenti a casi gravi di influenza accertati che sarebebro in netto aumento rispetto a quelli segnalati lo scorso anno.

18 gennaio 2018
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy