Quotidiano on line
di informazione sanitaria
26 SETTEMBRE 2021
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Covid. Via libera al vaccino di AstraZeneca anche per gli over 65. Esclusi i soggetti “estremamente vulnerabili”. Ecco la circolare del Ministero della Salute

di Giovanni Rodriquez

La nova indicazione di utilizzo è basata sulle nuove "evidenze scientifiche resesi disponibili" che non solo confermano il profilo di sicurezza favorevole relativo al vaccino, ma indicano che, anche nei soggetti di età superiore ai 65 anni, "la somministrazione del vaccino di AstraZeneca è in grado d’indurre significativa protezione sia dallo sviluppo di patologia indotta da Sars-Cov-2, sia dalle forme gravi o addirittura fatali di Covid-19". Resta esclusa solo la categoria degli estremamente vulnerabili per i quali vengono indicati i vaccini mRNA. LA CIRCOLARE

08 MAR - Via libera all'utilizzo del vaccino contro il Covid di AstraZeneca anche per gli over 65. La nuova indicazione è contenuta nella circolare del Ministero della Salute preannunciata già ieri dal ministro Roberto Speranza
 
Dopo il via libera da parte di Ema, in un primo momento l'Aifa aveva dato indicazione di un utilizzo "preferenziale" del vaccino di AstraZeneca per gli under 55 a causa dei pochi dati disponibili per le altre fasce d'età. Successivamente si era esteso l'utilizzo fino a 65 anni. La nuova circolare che indica ora un utilizzo di questo vaccino anche per gli over 65 si basa sulle nuove "evidenze scientifiche resesi disponibili" che non solo confermano il profilo di sicurezza favorevole relativo al vaccino, ma indicano che, anche nei soggetti di età superiore ai 65 anni, "la somministrazione del vaccino di AstraZeneca è in grado d’indurre significativa protezione sia dallo sviluppo di patologia indotta da Sars-Cov-2, sia dalle forme gravi o addirittura fatali di Covid-19".

 
Sulla base di queste considerazioni, "anche in una prospettiva di sanità pubblica connotata da limitata disponibilità di dosi vaccinali e alla luce della necessità di conferire protezione a fasce di soggetti più esposti al rischio di sviluppare patologia grave o addirittura forme fatali di Covid-19", il gruppo di lavoro su Sars-Cov-2 del Consiglio Superiore di Sanità ha espresso parere favorevole alla nuova estensione di utilizzo.
 
A questo punto restano esclusi dal possibile utilizzo del vaccino di AstraZeneca solo quei soggetti identificati come "estremamente vulnerabili in ragione di condizioni di immunodeficienza, primitiva o secondaria a trattamenti farmacologici o per patologia concomitante che aumenti considerevolmente il rischio di sviluppare forme fatali di Covid-19". Per queste persone si conferma l’indicazione a un uso preferenziale dei vaccini a RNA messaggero.
 
Giovanni Rodriquez

08 marzo 2021
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy